menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
I genitori della scuola del Perrino

I genitori della scuola del Perrino

"Termosifoni spenti e scuola al gelo": i genitori riportano i bimbi a casa

E' accaduto presso la scuola d'infanzia del rione Perrino e in altri istituti. Un genitore: "La sindaca aveva detto che gli impianti di riscaldamento sarebbero stati accesi la sera prima, ma ci ha preso per i fondelli"

BRINDISI – Nonostante l’impegno assunto dal Comune di Brindisi attraverso una nota ufficiale dalla sindaca Angela Carluccio, in alcune scuole comunali di Brindisi stamani i bambini hanno trovato il gelo ad accoglierli nelle aule, in quanto i termosifoni erano spenti.

E’ accaduto presso la scuola di infanzia di via Ofanto dell’istituto comprensivo Centro, al rione Perrino, dove tutti i genitori hanno preso la decisione di riaccompagnare a casa i figli, in quanto in quelle condizioni non si poteva proprio stare in classe. “Alle 8,40 di oggi (11 gennaio) – segnala un genitore alla redazione di BrindisiReport - nonostante l'ordinanza della sindaca, i termosifoni ancora spenti, creando disagi fra bambini ed insegnanti”.

Secondo questo papà l’impegno assunto dal primo cittadino è stata “una vera e propria presa per i fondelli”. “In ambiente scolastico – Gli studenti della scuola Morvillo Falcone-2prosegue il genitori – ci hanno riferito che per ragioni di sicurezza non è stato possibile accendere gli impianti di riscaldamento la sera precedente. A questo punto temiamo che lo stesso problema si riproporrà anche domani. E domani valuteremo come comportarci”.

Problematiche riguardanti gli impianti di riscaldamento, con decine di bimbi riaccompagnati a casa, si sono verificate anche presso le scuole elementari Calò, al rione Casale,  San Lorenzo (via Ferrante Fornari) e Perasso (corso Roma), dove i termosifoni pare siano stati accesi soltanto intorno alle ore 9. Sono numerosi i plessi, anche di scuola media, in cui alunni e insegnanti hanno dovuto indossare i giubbotti in classe. 

Situazioni analoghe si stanno verificando anche presso gli istituti superiori del capoluogo, di proprietà della Provincia. Gli studenti dell'istituto Morvillo Falcone, ad esempio (foto in basso), sono tornati a casa, in quanto i termosifoni erano spenti. Da quanto appreso da una studentessa, fin dall'inizio dell'anno scolastico si registrano problematiche riguardanti il funzionamento dell'impianto di riscaldamento.

Le scuole di ogni ordine e grado hanno riaperto stamani nel territorio comunale di Brindisi, dopo due giorni di chiusura a causa dell’ondata di neve abbattutasi nel finse settimana su tutta la regione. I rappresentanti degli istituti superiori avevano però  invitato il primo cittadino a rivedere la sua decisione, prorogando di un ulteriore giorno l’ordinanza di chiusura delle scuole, per tutelare l'incolumità degli studenti. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Consorzio Asi: l'avvocato Vittorio Rina è il nuovo presidente

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento