Spiaggia invasa dagli idrocarburi ad Apani: ma è solo un'esercitazione

Questa mattina presso lo stabilimento Balneare "Lido del sole", sul litorale Apani, si è svolta l'esercitazione si simulazione d'intervento derivante dallo spiaggiamento di idrocarburi sulla costa del comune di Brindisi. Obiettivo di tale intervento, quello di testare la capacità di reazione, l'utilizzo e disponibilità di attrezzature specifiche e soprattutto la capacità d'intervento

BRINDISI - Questa mattina presso lo stabilimento Balneare “Lido del sole”, sul litorale Apani, si è svolta l’esercitazione si simulazione d’intervento derivante dallo spiaggiamento  di idrocarburi sulla costa del comune di Brindisi. Obiettivo di tale intervento, quello di testare la capacità di reazione, l’utilizzo e disponibilità di attrezzature specifiche e soprattutto la capacità d’intervento degli enti il cui territorio è bagnato dal mare, i quali dal momento in cui avviene lo spiaggiamento sono chiamati ad intervenire sulla costa.Esercitazione della Protezione civile sulla spiaggia di Apani 2-2

IL VIDEOSERVIZIO

I volontari sono stati coordinati da Maria Trabace, funzionaria del servizio di Protezione civile della Regione Puglia, e dal dirigente della Protezione civile comunale di Brindisi, Giuseppe Augusto. Il progetto Hazadr- Pamex 2015 è un piano transfrontaliero di cooperazione internazionale di cui è capofila il Servizio civile della regione Puglia. Il piano di intervento ha come fine quello di investire energie e risorse  strettamente legate alla difesa e messa in sicurezza della costa in condizioni meteo-marine non favorevoli. Il progetto mira a fornire il rafforzamento di una comune capacità di reazione anche delle popolazioni appartenenti alla regione adriatica contro rischi ambientali e tecnologici derivanti da collisioni e naufragi.

Questo anche in vista del valore socio-economico che l’Adriatico riveste in particolar modo nel settore turistico essendo questa anche una delle regioni del mediterraneo a più alto rischio di inquinamento, per il particolare insediamento di complessi industriali nella penisola sud-orientale. 

Alla fine, è andato tutto bene. Tant'è che i rappresentanti della Regione e gli osservatori del dipartimento nazionale si sono complimentati con i volontari brindisini per l'ottimo lavoro svolto. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Meno contagi e meno tamponi nel weekend. Resta alto il numero dei decessi

  • Furti in casa mentre i proprietari dormono, paura nelle campagne

  • Sulla superstrada senza assicurazione e con targhe rubate: inseguimento

  • Coronavirus, risalgono i nuovi positivi e il numero dei decessi

  • Festa di compleanno senza mascherine, ma con petardi: 11 denunce

  • Covid, Puglia: contagi di nuovo in aumento. Emiliano: "Rt pari a 1.06"

Torna su
BrindisiReport è in caricamento