rotate-mobile
Lunedì, 17 Giugno 2024
Cronaca

Spostati i cumuli di posidonia che invadevano le spiagge pubbliche

Nuovo intervento congiunto di vigili urbani e Monteco per spostare i cumuli di posidonia che si sono accumulati sulle spiagge dell'ex Lido Poste e di località Punta Penne. Ingenti quantitativi di alghe erano stati trasportati sulla battigia dalle mareggiate degli ultimi giorni

BRINDISI – Nuovo intervento congiunto di vigili urbani e Monteco per spostare i cumuli di posidonia che si sono accumulati sulle spiagge dell’ex Lido Poste e di località Punta Penne. Ingenti quantitativi di alghe erano stati trasportati sulla battigia dalle mareggiate degli ultimi giorni.

E come stabilito dall’ordinanza balneare della Regione Puglia, tali cumuli sono stati abbancati sulle retrovie degli arenili e a ridosso dei tratti di falesia, dove potranno contribuire alla costituzione di nuove dune e al consolidamento degli stessi arenili. La posidonia, infatti, classificata come pianta acquatica protetta, va smaltita in loco e non può essere portata in discarica, a meno che non sussistano dei rischi igienico-sanitari. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Spostati i cumuli di posidonia che invadevano le spiagge pubbliche

BrindisiReport è in caricamento