menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Stabilizzazione Lsu, sindacati chiedono intervento del Prefetto

Le segreterie provinciali Cgil, Cisl e Uil organizzano un presidio in piazza Santa Teresa a Brindisi per lunedì 27 novembre, dalle 8 alle 14 per chiedere un incontro con il Prefetto di Brindisi Valerio Valenti per discutere della stabilizzazione lavoratori socialmente utili

BRINDISI – Le segreterie provinciali Cgil, Cisl e Uil organizzano un presidio in piazza Santa Teresa a Brindisi per lunedì 27 novembre, dalle 8 alle 14 per chiedere un incontro con il prefetto di Brindisi Valerio Valenti per discutere della stabilizzazione lavoratori socialmente utili in virtù del piano disposto dalla Regione Puglia che fissa la data del 20 dicembre 2017 come termine ultimo di stabilizzazione per gli utilizzatori di Lsu.

Lo annunciano in una lettera aperta inviata oltre che alla prefettura anche ai commissari Santi Giuffrè, Onofrio Padovano, Angela Danzi e Michele Albertini, ai Comuni della provincia di Brindisi, all’Autorità portuale e a tutte le amministrazioni che utilizzano Lavoratori socialmente utili.

“Ricordiamo che  nella provincia di Brindisi, sono circa  200 i lavoratori socialmente utili (Lsu) e dopo 20 anni di lavoro precario, percependo solo una indennità mensile di circa 580 eurp senza i diritti previsti dal contratto di lavoro nazionale, rischiano di perdere anche tale contributo”, scrivono nella lettera in cui chiedono, a margine dell'intervento, un incontro per tra le 10 e le 12. 

“Tanto perché la Corte dei Conti ha imposto che gli enti utilizzatori predispongano un apposito piano di stabilizzazione pluriennale, in assenza del quale non sarebbe prorogato l’utilizzo dei Lsu negli anni seguenti al 2018 con  la conseguente cessazione della suddetta indennità. Per la stabilizzazione dei lavoratori è previsto dalla normativa vigente  un contributo annuo per un biennio che varia rispetto alla tipologia contrattuale (tempo pieno o part- time) e altre misure”.     

“Spiace, in particolare, l’assenza di convocazione da parte del  Comune di Brindisi, (76 Lsu) alla nostra  nota del 14 u.s., riguardo alla vertenza Lavoratori Socialmente Utili. Le persone sono amareggiate, preoccupate e stanche per l’assenza di soluzioni della loro condizione, ciò è stato sollevato da tutti Lsu  nell’assemblea, odierna.  Dopo un animato dibattito si è deciso all’unanimità di seguire un percorso di lotte sindacali sino soluzione della vertenza”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Lutto per l'arcivescovo Satriano, è deceduta la mamma Giovanna

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento