Giovedì, 21 Ottobre 2021
Cronaca

Comune, staff anticorruzione. E nuovo responsabile per i rischi sul lavoro

A supporto del segretario generale Alemanno 30 tra funzionari e dipendenti inseriti nell’ufficio per rafforzare i controlli anche per la trasparenza. Il capitano dei vigili urbani Carella coordinatore del servizio di protezione: 24mila euro per due anni

BRINDISI – Staff anticorruzione al Comune di Brindisi, travolto dall'inchiesta sulla presunta tangente da 30mila euro versata dall'imprenditore Luca Screti della Nubile all'ex sindaco Mimmo Consales e su sei assunzioni chieste da quest'ultimo nell'impianto per rifiuti dato in gestione alla società: 30 dipendenti, tra funzionari e impiegati del Palazzo, sono stati inseriti nell’ufficio a supporto del nuovo segretario generale Giuseppe Salvatore Alemanno per monitorare e segnalare possibili condotte penalmente rilevanti e rafforzare i controlli sui fronti della trasparenza degli atti amministrativi, dell’antiriciclaggio e della valutazione del lavoro svolto dagli stessi settori dell’Amministrazione.

giuseppe-alemanno-segretario-noci-750x410-2La composizione del gruppo di staff interno è stata varata dalla Giunta della sindaca Angela Carluccio, su proposta del dirigente del settore Risorse Umane, Nicola Zizzi, anche capo di Gabinetto della prima cittadina, dopo il decreto di nomina di Alemanno con l’attribuzione di una serie di funzioni aggiuntive, ritenute complesse. In primis quella di responsabile della prevenzione della corruzione, poi coordinatore del sistema dei controlli interni, gestore delle segnalazioni antiriciclaggio, coordinatore dei programmi complessi, strategici comunali e sovracomunali e ancora presidente del Nucleo di valutazione, segretario generale dell’Aro Brindisi-2 e infine titolare dell’esercizio dei poteri sostitutivi.

Il gruppo di staff vede in qualità di capo, Cristiana Mele e come segretario Laura Passante, i componenti sono stati scelti in rappresentanza di ogni ripartizione del Comune di Brindisi: Angelo Pellico e Letizia Guerra per il settore Lavori pubblici; Marcella Marangio e Alberto Fiani per l’assetto del territorio; Gianni Carbini per il Ced; Marina Latorre e Annarita Varallo per i Contratti; Claudio Marinazzo per gli Affari Legali; Luigi Caprino per i Servizi demografici; Vincenzo Carella e Marina Mautarelli per i settori Igiene urbana e Ambiente; Giuseppe D’Angelo per gli Impianti pubblicitari; Daniela Galasso e Luigi Spadoni per i Servizi finanziari e i tributi; Michela Fortunato e Lucia Eramo per i Rifiuti; Annamaria Signore per i settori Scuole e impianti sportivi; Maria Giovanna Azzollini per la Programmazione economica; Irene Papadia per i Trasporti; De Solda e Maurizio Vadacca per le Attività produttive; Rossella Gigante per il Patrimonio e la casa; Cosimo Mevoli per i settore Consiglio comunale; Emanuela Sasso per il settore Gabinetto; Annamaria Recchia per i Servizi sociali; Elisabetta Capozziello e Gabriele Campo per la Polizia municipale e infine Maria Cristina Daniele per gli Affari generali.

Per il capitano dei vigili urbani, Vincenzo Carella, laureato in biologia, c’è anche la designazione a coordinatore dei servizi di prevenzione e protezione dai rischi sul lavoro, incarico da svolgere  in “piena sinergia con il datore di lavoro” per la durata di due anni, a fronte di un compenso complessivo pari a 24mila euro. Carella è stato nominato con determina del dirigente Gaetano Padula, alla fine dello scorso settembre, e dovrà “effettuare almeno una volta al mese, un sopralluogo in tutti gli ambienti di lavoro del Comune di Brindisi allo scopo di individuare i rischi”, nonché “elaborare misure preventive e protettive e informare i lavoratori” e ancora “redigere il piano di emergenza, con predisposizione degli interventi da svolgere in caso di incendi e definizione di una squadra di pronto intervento”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Comune, staff anticorruzione. E nuovo responsabile per i rischi sul lavoro

BrindisiReport è in caricamento