Stalker bloccato sotto casa della ex: la assediava con messaggi e telefonate

Un 26enne arrestato in flagranza di reato dai carabinieri, a seguito di tre querele sporte dalla giovane vittima

MESAGNE - Nell’arco di due mesi ha assediato la sua ex fidanzata con 1418 messaggi e 435 telefonate senza risposta. Adesso, grazie all’intervento dei carabinieri della stazione di Mesagne, è finito l’incubo di una 23enne del posto. Il presunto stalker, un 26enne anch’egli di Mesagne, è stato arrestato ieri (lunedì 26 ottobre), in flagranza di reato, mentre si trovava sotto all’abitazione della ragazza. La malcapitata per ben tre volte ha chiesto aiuto ai carabinieri, presentando altrettante denunce-querele. 

L’indagato, da quanto appurato dai militari, oltre a tempestare la donna con messaggi e telefonate a qualsiasi ora del giorno e della notte, avrebbe effettuato ripetuti appostamenti nei pressi della sua abitazione. Ma ieri mattina, dopo essersi presentato per l’ennesima volta davanti alla casa della 26enne, è stato raggiunto da una pattuglia dell’Arma. L’uomo, di concerto con il pm di turno del tribunale di Brindisi, dopo le formalità di rito, è stato condotto presso la sua abitazione, in regime di domiciliari. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Al mercato senza mascherina, "Il Dpcm non è legge": multata

  • Incendio durante il rifornimento: in fiamme il distributore Ip di Sant'Elia

  • Non torna a casa: trovato senza vita in auto in aperta campagna

  • Positivi e tamponi nel Brindisino: i dati nei Comuni. Trend in crescita

  • Diffonde immagini intime di una donna: arrestato per revenge porn

  • Covid, Puglia: la curva non si abbassa, 32 nuovi decessi

Torna su
BrindisiReport è in caricamento