menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Appena libero lo stalker ci riprova, e scatta il secondo arresto

Fermato in base al "codice rosso", era stato scarcerato ma era tenuto ai divieti di avvicinamento e contatto, che ha violato

MESAGNE – Nuovamente arrestato l’uomo che giorni fa era stato sottoposto a fermo a Mesagne dalla Polizia di Stato, su decreto del pm della Procura di Brindisi il 10 novembre scorso, in base alla nuova normativa contro la violenza di genere denominata “codice rosso”. Due giorni dopo il soggetto era tornato in libertà subito dopo l’udienza di convalida davanti al giudice delle indagini preliminari, il quale aveva ritenuto sufficienti l’imposizione del divieto di avvicinamento, con in aggiunta quello di comunicare in alcun modo con la vittima.

Ma evidentemente G.R., già denunciato in passato dalla precedente fidanzata, non intendeva mollare la presa sulla sua nuova ex, la compagna con cui aveva cominciato una relazione nel gennaio scorso, rivelatasi ben presto – appena due mesi dopo - intrisa di possessività, minacce e violenze, storia venuta a galla di recente e seguita dalla denuncia della vittima e dalle indagini attivate dal commissariato di Mesagne per cercare riscontri ai fatti narrati dalla donna.

La vittima ha dovuto sporgere una nuova denuncia a carico di G.R, il quale tornato libero si era procurato una nuova utenza mobile per rimpiazzare il telefono che gli era stato sequestrato, ed aveva ripreso l’assedio. Inoltre aveva violato, secondo la denuncia, anche il divieto di avvicinamento imposto dal magistrato. Le nuove indagini condotte dal commissariato di polizia hanno confermato la situazione e le violazioni annesse degli obblighi imposti dalle misure cautelari.

Questa volta il giudice delle indagini preliminari ha risparmiato a G.R. solo il carcere, inasprendo la misura cautelare dei divieti di avvicinamento e contatto, disponendo per l’uomo gli arresti domiciliari. Se la storia dovesse continuare, la prossima tappa potrebbe essere la casa circondariale di Brindisi. Il nuovo arresto di G.R. è scattato giovedì pomeriggio, eseguito dai poliziotti del commissariato di Mesagne, nella stessa giornata in cui il provvedimento è stato firmato dal gip.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento