menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Francesco De Marco

Francesco De Marco

Faceva bottino al Decathlon: preso

BRINDISI – Aveva preso di mira lo store di Brindisi della catena francese Decathlon, il 43enne brindisino Francesco De Marco, ben noto alla giustizia ma forse non al personale del negozio che si trova nell’area degli insediamenti commerciali lungo la statale 7, alle porte della città. Armato di una piccola tronchese, e di un certa spavalderia, De marco aveva più volte fatto la spola tra il Decathlon e la sua Lancia Y parcheggiata a poca distanza, per prelevare e scaricare articoli rubati.

BRINDISI - Aveva preso di mira lo store di Brindisi della catena francese Decathlon, il 43enne brindisino Francesco De Marco, ben noto alla giustizia ma forse non al personale del negozio che si trova nell'area degli insediamenti commerciali lungo la statale 7, alle porte della città. Armato di una piccola tronchese, e di un certa spavalderia, De marco aveva più volte fatto la spola tra il Decathlon e la sua Lancia Y parcheggiata a poca distanza, per prelevare e scaricare articoli rubati.

Il meccanismo era semplice. Francesco De Marco sceglieva l'articolo da rubare, aspettava il momento opportuno, poi tagliava via il dispositivo antitaccheggio con la tronchese, infilava ola refurtiva nel giubbotto e usciva all'esterno per andare a depositare la merce in auto. Poi ricominciava. Un movimento colto però dall'equipaggio di una volante della questura, che è intervenuto per il controllo del personaggio e della sia vettura.

La perquisizione personale ha rivelato che nel "viaggio" interrotto dagli agenti, De Marco stava trasportando diversi occhiali da sole e un orologio. Ma in auto c'era già un bottino per circa 700 euro di valore: scarpe ginniche, indumenti, accessori sportivi, accessori per auto e telefonia, zaini, borselli, altre paia di occhiali.

Altri articoli rubati al Decathlon sono stati trovati anche nel corso della perquisizione a casa di Francesco De Marco (tutto è stato restituito al negozio), che secondo quando disposto dal pm di Turno Raffaele Casto, è stato ammanettato e trasferito al carcere di Brindisi. Dovrà rispondere di furto aggravato e porto di arnesi atti allo scasso.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Consorzio Asi: l'avvocato Vittorio Rina è il nuovo presidente

Ultime di Oggi
  • Emergenza Covid-19

    Covid, Puglia: pressione ancora alta sugli ospedali, altri 39 decessi

  • Attualità

    Donne e politica: "Un mondo ancora pieno di pregiudizi"

  • Sport

    Palaeventi: Comune di Brindisi - New Arena all’atto finale

  • Attualità

    Asl Brindisi: avviso pubblico per l'incarico di direttore generale

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento