Cronaca

Stava per imbarcarsi su un traghetto: finisce a Brindisi la fuga di un evaso

I carabinieri lo hanno ammanettato mentre stava per imbarcarsi su un traghetto per la Grecia. Si è interrotta a Brindisi la fuga di un cittadino rumeno di 22 anni, Iulian Zafmir Florin, che la scorsa settimana era evaso dalla propria abitazione di Catania, dove si trovava in regime di domiciliari. I militari di Piazza Armerina sono riusciti a seguire le tracce dello straniero

BRINDISI – I carabinieri lo hanno ammanettato mentre stava per imbarcarsi su un traghetto per la Grecia. Si è interrotta a Brindisi la fuga di un cittadino rumeno di 22 anni, Iulian Zafmir Florin, che la scorsa settimana era evaso dalla propria abitazione di Catania, dove si trovava in regime di domiciliari.  I militari di Piazza Armerina (Catania) sono riusciti a seguire le tracce dello straniero.

Questi viaggiava a bordo di una Bmw con targa rumena. Sabato mattina (14 marzo), intorno alle ore 11, era giunto nel porto di Brindisi, nell’area di imbarco di Costa Morena Est. I carabinieri siciliani hanno subito contattato i colleghi brindisini.

Diverse pattuglie del Norm della locale compagnia dirette dal tenente Alberto Cavenaghi hanno raggiunto il porto nei giro di pochi minuti. Zafmir è stato fermato prima di salire sulla motonave Egnazia della Grimaldi. L’uomo si trova adesso nella casa circondariale di Brindisi in via Appia. La Bmw è stata posta sotto sequestro. 

Zafmin era stato raggiunto un’ordinaza di custodia cautelare in regime di domiciliari emessa dal gip di Catania nei confronti di 5 rumeni, fra cui lo stesso Zafmin appunto, accusati di aver perpetrato più furti aggravati ai danni dell’area di servzio “Esso – Valservice” di Valguarnera Caropepe (Enna), tra l’agosto 2013 e il marzo 2014, rubando dolciumi, stecche di sigarette, biglietti “Gratta e vinci” e altra merce, per un valore complessivo di 50mila euro. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Stava per imbarcarsi su un traghetto: finisce a Brindisi la fuga di un evaso

BrindisiReport è in caricamento