rotate-mobile
Giovedì, 20 Gennaio 2022
Cronaca Torchiarolo

Stefano Gebbia, torchiarolese, nuovo capo compartimento Anas nelle Marche

BRINDISI - Eugenio Stefano Gebbia, 58 anni, originario di Torchiarolo, è il nuovo capo compartimento dell'Anas nelle Marche. Lo ha nominato stamane il presidente dell’Anas Pietro Ciucci. Il professionista brindisino prende il posto di Oriele Fagioli, che assunto la guida del compartimento della Sardegna. L’ingegner Gebbia si è laureato in ingegneria Civile (Sezione Trasporti, indirizzo costruttivo) presso l’Università degli Studi di Bari ed è stato insignito dell’onorificenza di Commendatore nel 2006, riconosciuta dal Presidente della Repubblica Italiana su proposta del Presidente del Consiglio dei Ministri. Ha iniziato la sua attività in Anas nel gennaio del 1998 presso il Compartimento della viabilità di Bari.

ROMA - Eugenio Stefano Gebbia, 58 anni, originario di Torchiarolo, è il nuovo capo compartimento dell'Anas nelle Marche. Lo ha nominato stamane il presidente dell'Anas Pietro Ciucci. Il professionista torchiarolese prende il posto di Oriele Fagioli, che assunto la guida del compartimento della Sardegna. L'ingegner Gebbia si è laureato in ingegneria Civile (Sezione Trasporti, indirizzo costruttivo) presso l'Università degli Studi di Bari ed è stato insignito dell'onorificenza di Commendatore nel 2006, riconosciuta dal Presidente della Repubblica Italiana su proposta del Presidente del Consiglio dei Ministri. Ha iniziato la sua attività in Anas nel gennaio del 1998 presso il Compartimento della viabilità di Bari.

Dopo aver rivestito vari incarichi presso la Direzione Generale di Roma e il Compartimento della Viabilità per l'Umbria, nel 2003 è stato nominato Dirigente tecnico per le nuove costruzioni per Compartimento della Sardegna e successivamente Dirigente tecnico per l'esercizio nel Compartimento del Lazio, dove dal 2004 al 2007 è stato Capo Compartimento. Negli ultimi quattro anni è stato Dirigente responsabile dell'esercizio per il Sud Italia.

L'Anas gestisce nelle Marche oltre 500 chilometri di strade statali. I lavori programmati, per un valore complessivo di circa 2,6 miliardi di euro, riguardano opere infrastrutturali strategiche per la viabilità nelle Marche, tra cui il collegamento del Porto di Ancona con l'autostrada A14 e la strada statale16, che da solo vale oltre 479 milioni di euro, l'ampliamento a quattro corsie della Strada statale 16 "Adriatica" tra Falconara e Baraccola e l'ammodernamento dello svincolo di Corridonia. Tra gli investimenti vanno inoltre considerate le opere previste nell'ambito del progetto Quadrilatero Umbria-Marche, che nel territorio marchigiano ammontano a circa 1 miliardo e 350 milioni.

Gallery

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Stefano Gebbia, torchiarolese, nuovo capo compartimento Anas nelle Marche

BrindisiReport è in caricamento