Strade e abitazioni allagate a Cellino, ma è solo un'esercitazione dei carabinieri

Strade invase dall’acqua. Cittadini intrappolati nelle abitazioni. Scenario da incubo ieri (26 novembre) a Cellino San Marco, ma per fortuna si è trattato solo  dell’esercitazione dell’unità di primo intervento dell’11° Battaglione Carabinieri Puglia, che in piazza Padre Pio ha simulato l’intervento a seguito di abbondanti precipitazioni

CELLINO SAN MARCO – Strade invase dall’acqua. Cittadini intrappolati nelle abitazioni. Scenario da incubo ieri (26 novembre) a Cellino San Marco, ma per fortuna si è trattato solo dell’esercitazione dell’unità di primo intervento dell’11° Battaglione Carabinieri Puglia, che in piazza Padre Pio ha simulato l’intervento a seguito di abbondanti precipitazioni.

L’unità di soccorso, ricevuto l’ordine di intervenire, ha approntato e impiegato personale, mezzi e materiali per l’immediato soccorso nella zona colpita dalla calamità naturale, quindi, giunti sul posto, hanno allestito un campo base per dare supporto e assistenza alla popolazione locale; avviato le procedure di primo soccorso e recupero di feriti oltre a garantire la continuità dei servizi istituzionali.

L’esercitazione nasce con lo scopo di addestrare il personale e di mantenere un’alta capacità di intervento in un arco temporale molto ristretto.

L’unità di primo intervento è una fondamentale componente dello 11° Battaglione carabinieri “Puglia”, in quanto rappresenta un’unità di manovra dispiegabile in 3-6 ore e totalmente autonoma dal punto di vista della sussistenza logistica, resa possibile dagli equipaggiamenti che consentono,Esercitazione dei carabinieri a Cellino San Marco-2 anche nelle situazioni più critiche, di garantire assistenza alle popolazioni, con un primo ricovero, la distribuzione di pasti caldi altresì assicurando il primo intervento sanitario.

Trattandosi di una esercitazione, sono state approntate solo una tenda ospedale, una per la refezione ed una per il comando e la direzione delle operazioni.

Alle operazioni hanno preso parte varie compagini interessate alla collaborazione di Protezione civile: Associazione nazionale carabinieri, sezione volontari Protezione civile di Brindisi; volontari Crocerossa italiana, comitato provinciale di Brindisi; gruppo volontari di Protezione civile comunale ed associazione volontari di protezione civile “Un cuore per tutti” di Cellino San Marco.

Hanno partecipato delle scolaresche locali che hanno anche pranzato all’interno della tenda adibita a mensa.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Alla esercitazione hanno presenziato il comandante della divisione unità mobili di Roma, generale di divisione Silvio Ghiselli, il comandate provinciale di Brindisi, il colonnello Nicola Conforti, il comandante dell’11° Battaglione, il tenente colonnello Giuseppe Sportelli e il sindaco di Cellino San Marco Salvatore De Luca.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Traffico internazionale di sostanze stupefacenti: nove arresti

  • Agguato al rione Sant'Elia: giovane automobilista ferito alla gamba

  • Covid-19, anche un ricercatore di Francavilla a caccia della cura

  • Su 9 nuovi casi in Puglia, sette sono della provincia di Brindisi

  • Movida blindata a Brindisi: le forze dell'ordine sciolgono gli assembramenti

  • Assembramenti e spiagge libere: come si stanno organizzando i Comuni

Torna su
BrindisiReport è in caricamento