Cronaca

Strade più sicure a San Pietro: in corso lavori di riparazione delle buche

A San Pietro Vernotico forse si può cominciare a dire addio a qualche voragine nell'asfalto, oggetto di continua polemica, buche che mettono a serio rischio l'incolumità dei cittadini

SAN PIETRO VERNOTICO – A San Pietro Vernotico forse si può cominciare a dire addio a qualche voragine nell’asfalto, oggetto di continua polemica, buche che mettono a serio rischio l’incolumità dei cittadini: con determinazione numero 159 del 30 aprile scorso, è stato disposto l’acquisto di 320 sacchi di bitume freddo da 25 chilogrammi l’uno, destinato a rendere meno pericoloso il manto stradale. Con una spesa d’acquisto di 1.795,84 euro (compreso Iva). I lavori sono iniziati già da qualche giorno e stanno interessando alcune strade del paese. Come spiega la consigliera di maggioranza Eugenia Pecoraro, con delega a buche e manutenzione stradale, che sta assistendo personalmente all’esecuzione dei lavori, viene data priorità alle strade più pericolose: alcune vie di contrada Giardino Grande, l’incrocio di via Cellino, la zona nei pressi dell’ex stazione di servizio Agip sulla provinciale per Brindisi, via Taormina, via Principe Amedeo, via Pisacane, via Brindisi, via Achille Grandi, via Stornelli.

“Naturalmente l’elenco è destinato ad allungarsi – precisa la consigliera – sto assistendo personalmente ai lavori per rendermi conto di eugenia pecoraro-2quanto bitume si consuma e per vigilare che l’opera sia eseguita a regola d’arte. Si tratta di un rattoppo quindi deve essere fatto per bene (altrimenti alla buca si sostituisce il dosso, ndr), purtroppo rifare completamente l’asfalto è troppo dispendioso, così almeno si cerca di rendere le strade più sicure. Molte segnalazioni sono giunte al comando della Polizia locale, altre durante la stessa secuzione dei lavori qualcuno si è fermato per strada per indicarci altre criticità. Ben vengano queste iniziative da parte dei cittadini”.

Va ricordato che l’8 ottobre del 2014 è stato approvato il Regolamento comunale per “l’esecuzione di scavi su suolo e sottosuolo pubblico o di uso pubblico” . Tutti i soggetti, pubblici e privati che, a qualunque titolo, eseguono interventi di scavo sono tenuti a ripristinare lo stato dei luoghi. Tanto per intenderci chi rompe l’asfalto lo deve sistemare, se non lo fa va incontro a sanzioni e al risarcimento per eventuali danni. Solo attraverso tutti questi interventi e strumenti, considerato il periodo di ristrettezze economiche che sta vivendo San Pietro, ma anche altri Comuni del Brindisino, si possono rendere più sicure le strade.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Strade più sicure a San Pietro: in corso lavori di riparazione delle buche

BrindisiReport è in caricamento