Cronaca

Stroncato da malore mentre gioca a calcetto: addio al finanziere di strada

Stroncato da un infarto mentre giocava a calcetto, lo sport che amava tanto e che da qualche anno insegnava anche ai bambini

CELLINO SAN MARCO – Stroncato da un infarto mentre giocava a calcetto, lo sport che amava tanto e che da qualche anno insegnava anche ai bambini. Se ne è andato così nella serata di ieri, giovedì 8 marzo, il finanziere Massimo Tafuro, 55 anni ad aprile prossimo, in servizio presso la tenenza di San Pietro Vernotico. Lascia la moglie Rosaria, i figli Giovanni e Sara e la sua mamma Pippi a cui era molto legato.

La sua famiglia, gli amici, il calcio, lo sport, il lavoro che svolgeva con tanta dedizione e impegno erano le sue passioni, le sue ragioni di vita. La Juve la sua squadra del cuore. Se non indossava la divisa era con la moglie o i figli o in palestra o in un campo di calcio. Ed è proprio lì che ha trovato la morte.

massimo tafuro-2

In una struttura privata alle porte di Cellino, ieri sera, si stava disputando una delle partite del torneo “Champions league”, verso la fine dell’incontro, dopo un’azione il finanziere si è accasciato accusando un malore. Immediati i soccorsi da parte degli amici anche esperti in manovre di primo soccorso, sul posto sono state inviate due ambulanze del 118, i sanitari hanno tentato il tutto e per tutto per riportarlo alla vita. Non c’è stato nulla di fare, il cuore di Massimo non è più tornato a battere.

manifesto massimo-2

Sgomento e disperazione sul prato. Sconvolti gli amici, distrutti i famigliari. In pochi minuti la notizia ha fatto il giro del paese e dei paesi vicini, dove era molto conosciuto anche per via del suo lavoro. E’ arrivata anche a Venezia, la sua seconda casa. Era un finanziere di strada. I suoi turni di lavoro erano tra la gente, impeccabile con la divisa, grande amico di tutti quando vestiva i panni di semplice cittadino. Sin dalle prime ore dopo la tragedia la sua bacheca di Facebook è stata inondata di messaggi di cordoglio, da parte di “amici” virtuali e non, di tutte le età.

“Di sicuro avrai conquistato già tutto il Paradiso”, ne recita uno. La salma è stata trasferita presso la sua abitazione in via Mameli, i funerali si svolgeranno alle 15 presso la chiesa San Marco e Santa Caterina di Cellino San Marco. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Stroncato da malore mentre gioca a calcetto: addio al finanziere di strada

BrindisiReport è in caricamento