rotate-mobile
Lunedì, 17 Gennaio 2022
Cronaca

Stroncato da overdose: indagini

SAN DONACI – Un giovane di 26 anni originario di Cellino San Marco, M.C., è stato trovato senza vita questa mattina nella casa della nonna a San Donaci.

SAN DONACI - Un giovane di 26 anni originario di Cellino San Marco, M.C., è stato trovato senza vita questa mattina nella casa a San Donaci della nonna dove si era trasferito da diversi anni. La causa del decesso sembrerebbe overdose da eroina. La Procura di Brindisi ha avviato un'inchiesta per morte come conseguenza di altro delitto a carico di ignoti. Il pubblico ministero di turno Marco D'agostino, titolare delle indagini, non ha disposto l'autopsia ma esami tossicologici i cui esiti saranno disponibili nei prossimi giorni.

Il giovane, da quanto hanno accertato i carabinieri della locale stazione, al comando del luogotenente Francesco Lazzari, da qualche tempo era ospite in una comunità di recupero a Rimini. Ieri sera era tornato a San Donaci per trascorrere il ponte del 25 aprile insieme ai suoi famigliari. Dopo aver salutato amici e parenti, in compagnia di alcuni giovani del posto, già ascoltati dai carabinieri, avrebbe fatto qualche giro in paese e nei comuni limitrofi. Dopo una passeggiata anche a Lecce è rientrato a casa a notte fonda.

Questa mattina la madre si è recata nella sua stanza e lo ha trovato senza vita, nel letto. E'stata trovata anche una siringa. Per il momento il fascicolo è stato aperto a carico di persone non identificate. La salma del giovane è stata già affidata alla famiglia per la sepoltura. Gli investigatori sono a lavoro per accertare chi abbia effettuato la cessione di droga al 26enne e quale fosse la composizione della sostanza rivelatasi letale. Nonostante la sua permanenza a Rimini il giovane era molto conosciuto sia a Cellino che a San Donaci, la sua bacheca di Facebook è stata inondata di messaggi di cordoglio.

Gallery

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Stroncato da overdose: indagini

BrindisiReport è in caricamento