Cronaca

"Studenti pendolari come sardine"

CELLINO SAN MARCO – “Scatolona su ruote per sardine”. È questa la descrizione che è stata fatta, in una lettera alle Ferrovie del Sud Est.

CELLINO SAN MARCO - "Scatolona su ruote per sardine". È questa la descrizione che è stata fatta, in una lettera alle Ferrovie del Sud Est, da uno dei genitori delle centinaia di studenti pendolari di Cellino San Marco che ogni giorno prendono il pullman per andare a Brindisi. Come ogni anno ormai i mezzi messi a disposizione degli studenti sono pochi rispetto al numero degli utenti e la giornata di chi deve affrontare sei ore di studio inizia sempre con una vera e propria corsa al sedile.

Nel caso del Comune di Cellino San Marco, poi, il disagio è maggiore perché tutti e cinque i pullman che dalle 6.05 alle 7 prelevano gli scolari, arrivano da San Pancrazio e San Donaci, quindi già carichi di studenti. Alcuni di questi, inoltre, effettuano fermate anche nel vicino Comune di San Pietro Vernotico, dove prelevano altri pendolari con lo zaino. La tratta diretta Cellino-Brindisi è stata soppressa un paio di anni fa.

A tre giorni dall'inizio del nuovo anno scolastico uno dei genitori ha inviato una mail alla società Fse esternando la sua lamentela e annunciando eventuali azioni legali nel caso la situazione non dovesse essere risolta. "E' inammissibile che la cosa continui, per cui la presente al momento è da intendersi solo ed esclusivamente come una forma di lamentela per le condizioni disumane che i nostri figli vivono ogni giorno da e per Brindisi", si legge nella mail inviata alla società controllata dalla Regione Puglia.

"Credendo altresì che quanto scritto sia anche di vostra conoscenza. Il servizio da voi fornito - scrive il genitore - non è gratis, per cui sappiate fornire un adeguato numero di mezzi e, così come vi era in precedenza, ripristinate la linea dedicata da Cellino San Marco a Brindisi e viceversa, in quanto vi è un corposo e congruo numero di giovani che ne usufruisce. Poiché il servizio è a pagamento, se ciò dovesse perdurare mi vedrò costretto a formalizzare una regolare istanza alla Procura della Repubblica per i reati e le omissioni che si configureranno e agli organi di polizia per constatare il regolare numero di passeggeri presenti sul mezzo".

 

 

 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Studenti pendolari come sardine"

BrindisiReport è in caricamento