Immersione al largo di Brindisi: sub scoprono un presunto ordigno

Un oggetto metallico lungo circa un metro trovato sul fondale. La Capitaneria di porto effettuerà un sopralluogo

BRINDISI – La forma e le dimensioni fanno pensare a una bomba. Ha tutte le caratteristiche di un ordigno bellico un oggetto metallico trovato nel pomeriggio di oggi sui fondali di Brindisi. La scoperta è stata fatta dai sub Monia Mondatore e Gianluca Pica, a circa 2,5 miglia al largo della costa nord.

Presunto ordigno fondale 2-2

Qui, a una profondità di 23-26 metri, giace un reperto lungo circa un metro. I sommozzatori hanno fotografato la presunta bomba e una volta riemersi si sono recati presso la sede della Capitaneria di porto di Brindisi, per mostrare le istantanee. Nei prossimi giorni verrà effettuato un sopralluogo con sub esperti, per fugare ogni dubbio. I fondali brindisini, del resto, sono disseminati di bombe sganciate durante la seconda guerra mondiale. L’ultima scoperta di questo tipo è stata fatta lo scorso settembre al largo di Apani. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Al mercato senza mascherina, "Il Dpcm non è legge": multata

  • Incendio durante il rifornimento: in fiamme il distributore Ip di Sant'Elia

  • Non torna a casa: trovato senza vita in auto in aperta campagna

  • Positivi e tamponi nel Brindisino: i dati nei Comuni. Trend in crescita

  • Diffonde immagini intime di una donna: arrestato per revenge porn

  • Covid, Puglia: la curva non si abbassa, 32 nuovi decessi

Torna su
BrindisiReport è in caricamento