Giovedì, 13 Maggio 2021
Cronaca

"Suo figlio è in caserma, paghi 4mila euro": occhio alla truffa telefonica

“Suo figlio ha investito un ragazzo, occorrono 4mila euro per la difesa”. Hanno vissuto attimi di panico le persone che rispondendo a una telefonata proveniente da un numero ignoto, hanno ascoltato questa frase proferita da un fantomatico avvocato d’ufficio della stazione dei carabinieri. Ma si tratta di una truffa

BRINDISI – “Suo figlio ha investito un ragazzo, occorrono 4mila euro per la difesa”. Hanno vissuto attimi di panico le persone che rispondendo a una telefonata proveniente da un numero ignoto, hanno ascoltato questa frase proferita da un fantomatico avvocato d’ufficio della stazione dei carabinieri. Ma si tratta di una truffa.

Nel mirino dei malfattori sono finiti numerosi brindisini. Alcuni di loro hanno segnalato l’accaduto alla Ass. Con. (Associazione di consumatori anti usure & abusi bancari finanziari assicurativi-amministrativi), la quale ha sua volta ha inoltrato una comunicazione alla Procura di Brindisi, alla questura, al prefetto, ai comandi dei carabinieri del capoluogo, Mesagne, San Vito dei Normanni e al commissariato di Mesagne.

Da quanto si legge in una nota dell’associazione, i truffatori, in nome e per conto della Stazione Carabinieri di Brindisi, si presentano con la seguente frase: “Sono l’avvocato di ufficio della Caserma Carabinieri di Brindisi. Vostro figlio ha investito un ragazzo a bordo di uno scooter. Per la giusta difesa occorre che versiate la somma di € 4.000,00, oppure quella che avete a disposizione. Il resto lo versate dopo. Vi raggiunge immediatamente un incaricato. Nel frattempo vostro figlio è trattenuto in Caserma”.

Alla domanda “dove posso telefonare”, lasciano il seguente numero telefonico: 0831-1102. Le vittime del raggiro sono le persone più vulnerabili, fra cui soprattutto gli anziani. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Suo figlio è in caserma, paghi 4mila euro": occhio alla truffa telefonica

BrindisiReport è in caricamento