rotate-mobile
Sabato, 27 Novembre 2021
Cronaca Erchie

Svaligiano una casa e seviziano due galline: inchiodati dalle telecamere

Arrestati i presunti autori di un furto in abitazione commesso a Erchie lo scorso 27 luglio. Si tratta del 28enne Andrea Morleo e del 25enne Massimiliano Micelli. Il primo deve rispondere anche di maltrattamento di animali

ERCHIE – Ha afferrato due galline e le ha sbattute per terra, sottoponendole a inutili sevizie. Protagonista dell’inqualificabile gesto è un giovane che con un complice lo scorso 27 luglio ha svaligiato l’abitazione di un operaio. I due hanno commesso l’errore di agire a volto scoperto, perché grazie alle immagini riprese dalle telecamere di cui è dotata la casa sono stati identificati e arrestati. Si tratta del 28enne Andrea Morleo e del 25enne Massimiliano Micelli, tutti e due di Erchie. Entrambi sono stati raggiunti da un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal gip del tribunale di Brindisi, Vittorio Testi, sul richiesta del pm Luca Micelli, al culmine delle indagini condotte dai carabinieri della stazione per Erchie. Gli indagati sono ritenuti responsabili del reato di furto aggravato in abitazione. Per Morleo c’è anche l’accusa di maltrattamento do animali.

Il furto

I fatti sono avvenuti il 27 luglio scorso a Erchie, quando i due ragazzi, da quanto accertato dagli inquirenti, si introdussero nella residenza MORLEO Andrea, classe 1990-2di un operaio del posto momentaneamente assente per un viaggio all’estero, dopo aver scardinato la finestra e infranto un vetro della stessa, danneggiando anche la serranda. Una volta entrati all’interno di una stanza adibita a deposito di attrezzature, asportarono un decespugliatore, due motoseghe, un tagliasiepi elettrico, un trapano elettrico, una mola elettrica vari utensili da artigiano utilizzati per la preparazione e la posa dell’intonaco. Ed ancora trafugarono nelle altre camere dell’appartamento la somma di 160 euro custodita in un salvadanaio, due televisori Lcd, un faro a led per esterni, diversi orologi da polso, bigiotteria, argenteria e varie bottiglie di superalcolici presenti all’interno del mobile bar, per un danno complessivo che supera i 4mila euro.

Le indagini

MICELLI Massimiliano, classe 1993-2Dall’esame delle registrazioni del sistema di videosorveglianza installato all’interno della proprietà del denunciante, si è accertato che a commettere il furto erano state due persone di sesso maschile, di giovane età, che a volto scoperto dopo essersi introdotte all’interno del giardino avevano tentato dapprima di forzare la porta d’ingresso, e, non riuscendovi si sono introdotti dalla finestra danneggiando la persiana e il vetro.

Sulla scorta delle immagini i responsabili sono stati pertanto riconosciuti e identificati dai carabinieri. Particolarmente cruenta è stata la condotta tenuta da Morleo. Questi, sulla base di quanto emerge dalle immagini dell’impianto di video sorveglianza, dopo aver “catturato” due galline presenti nel giardino dell’abitazione, le ha sbattute ripetutamente per terra sino a tramortirle per crudeltà, senza che vi fosse nessuna necessità.

La successiva perquisizione domiciliare effettuata nell’abitazione di quest’ultimo ha consentito il rinvenimento di un proiettile per pistola calibro 7,65. Questo gli è costato anche una denuncia per detenzione abusiva di munizioni, oltre alla segnalazione per uso personale di stupefacente, in quanto è stata rinvenuta una dose di hascisc del peso di 0,4 grammi. Il tutto è stato sottoposto a sequestro. Al termine delle formalità di rito i due arrestati sono stati assoggettati agli arresti domiciliari come disposto dall’Autorità Giudiziaria.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Svaligiano una casa e seviziano due galline: inchiodati dalle telecamere

BrindisiReport è in caricamento