Cronaca Fasano

Sversamento di fogna nel mare, divieto di balneazione fino a data da destinarsi

Divieto di balneazione e pesca nello specchio acqueo di località Forcatella a Savelletri marina di Fasano a causa dello sversamento in mare di scarichi non depurati. L’ordinanza è stata emessa nella giornata di ieri venerdì 4 settembre, dal sindaco dimissionario di Fasano, Lello di Bari dopo la constatazione della presenza di reflui fognari in mare

FASANO – Divieto di balneazione e pesca nello specchio acqueo di località Forcatella a Savelletri marina di Fasano a causa dello sversamento in mare di scarichi non depurati. L’ordinanza è stata emessa nella giornata di ieri venerdì 4 settembre, dal sindaco dimissionario di Fasano, Lello di Bari dopo la constatazione della presenza di reflui fognari in mare. Si tratterebbe di una situazione che va avanti da giorni e che mette a serio rischio l’incolumità pubblica. Nella mattinata di oggi lo sversamento era ancora in corso l’acqua nel punto di scarico dell’impianto di depurazione era scura e maleodorante.DIVIETO BALNEAZIONE FORCATELLE-2

“Tale prolungato deflusso in mare di acque schiumose e maleodoranti effluenti dall'impianto di trattamento a servizio del Comune di Fasano ha diffusamente annerito la scogliera nei dintorni ed intorbidito innaturalmente l'acqua marina nello specchio di mare prospiciente” si legge nell’ordinanza.

“L'evidenziata situazione di rischioso inquinamento ambientale determina attualmente, a giudizio anche dei competenti organismi regionali di tutela ambientale (che hanno effettuato il campionamento delle acque reflue di che trattasi), la persistenza di una situazione di rischio igienico-sanitario per la salute dei bagnanti (oltre che deplorevoli ricadute negative per il senso del decoro collettivo e l'immagine pubblica della città di Fasano)”.

“Verificato che l'Ente gestore dell'impianto di trattamento non ha posto in essere alcun tempestivo intervento di immediata apposizione a scopo cautelare di segnaletica diretta ad inibire la balneazione (come pure prescritto dalla Provincia di Brindisi nel relativo atto autorizzativo d'esercizio) e che, pertanto, persistendo tale carenza operativa, questo Ente ritiene di dover competente provvedere in via urgente a tal fine. La permanenza della condizione di degrado in cui odiernamente si presenta l'area marina interessata è talmente alterata da poter compromettere rischiosamente il bene della pubblica incolumità. Il divieto di balneazione e pesca durerà fino al termine di cessazione dell'emergenza ambientale”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sversamento di fogna nel mare, divieto di balneazione fino a data da destinarsi

BrindisiReport è in caricamento