Sabato, 25 Settembre 2021
Cronaca Viale Regina Margherita

Sversamento di liquami nel porto interno: partono le diffide

Fuoriuscita di acqua nera da un tombino nei pressi della sede dell'Adsp e da una condotta sul lungomare. La Capitaneria diffida Comune di Brindisi, Aqp e Authority

BRINDISI – Sversamento di liquami nel porto interno di Brindisi. Accade in due punti: nel tunnel dell’ex stazione marittima, oggi sede dell’Autorità di sistema portuale, dove l’acqua putrida fuoriesce da un tombino; sul lungomare Regina Margherita, dove una condotta delle acque bianche situata poco al di sotto della superficie del mare, fra la sede della Capitaneria di porto e la sede dell’Authority, riversa a getto continuo acque nere.

Sversamento dal tombino

In entrambi i casi è intervenuta la Capitaneria di porto di Brindisi, al comando del capitano di vascello Giovanni Canu. Per quanto riguarda la fuoriuscita di liquami dal tombino, la stessa Capitaneria ha diffidato l’Autorità di sistema portuale, l’Acquedotto pugliese e il Comune di Brindisi a risolvere il problema. Lo sversamento, da quanto appreso, è iniziato sette giorni fa. Il tombino in questione si trova nell’area di Security, lungo la banchina. Questo consente l’accesso alla condotta sotterranea del sistema fognario che si riconduce a via Del Mare.

Si tratta di un fenomeno che si era già verificato in passato, a quanto pare a causa di questioni tecniche legate alla pendenza e alla differenza di livello. Nel tempo questa pendenza non corretta è stata sanata tramite l’installazione di un sifone che dovrebbe garantire un corretto funzionamento del tombino. Ogni tanto, però, il sifone va in avaria e i reflui, come accaduto in questi giorni, raggiungono la banchina, fino a riversarsi in mare. 

Per questo la Capitaneria di porto, fra i cui compiti, come previsto dalla legge n. 979 del 1982, rientra anche la difesa dell’ambiente marino da qualsiasi atto che possa causarne l’inquinamento, ha diffidato amministrazione comunale, Authority e Aqp a porre fine allo sversamento.

Sversamento liquami nel porto di Brindisi-2

Fuoriuscita di liquami dalla condotta

Discorso analogo vale per la copiosa fuoriuscita di liquami, accompagnata da un tanfo nauseabondo, che interessa la condotta dell’acquedotto situata sulla banchina antistante piazza Vittorio Emanuele. Si tratta del punto in cui la rete idrica sfocia in mare. Nulla quaestio se dalla condotta fuoriescono acque bianche. Non va affatto bene, invece, come accade da ieri, se vanno a finire in mare, da quella stessa condotta, le acque dell’impianto fognario.

I tecnici di Acquedotto Pugliese in via del Mare(1)-2

Il video dello sversamento

Con ogni probabilità in qualche punto della rete le acque bianche si mescolano a quelle nere. In mattinata il comandante Canu ha firmato una nota indirizzata al Comune di Brindis ad Aqp e per conoscenza anche alla Provincia di Brindisi, tramite la quale dispone di provvedere nel più breve tempo possibile all’interruzione del fenomeno. I tecnici di Aqp, sempre nell'arco della mattinata, hanno rimosso una ostruzione che si era creata nella conduttura, di cui si sta verificando l'integrità per tutto il percorso. 

Articolo aggiornato alle 12:22

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sversamento di liquami nel porto interno: partono le diffide

BrindisiReport è in caricamento