Taglia i cavi, fugge, ma lo arrestano

BRINDISI – Un caso che richiama due problemi tutt’altro che secondari per il sistema di sicurezza nel territorio brindisino: quello dei furti nella zona industriale del capoluogo, e quello – dilagante in tutto il territorio nazionale, ma particolarmente al Sud – dei furti di cavi in rame. Stamani un equipaggio della sezione volanti ha arrestato a Brindisi, dopo un breve inseguimento, il pregiudicato Antonio Bianco di 29 anni. Aveva in auto circa un quintale di cavi appena rubati.

Una parte dei cavi sequestrati a Bianco

BRINDISI – Un caso che richiama due problemi tutt’altro che secondari per il sistema di sicurezza nel territorio brindisino: quello dei furti nella zona industriale del capoluogo, e quello – dilagante in tutto il territorio nazionale, ma particolarmente al Sud – dei furti di cavi in rame. Stamani un equipaggio della sezione volanti ha arrestato a Brindisi, dopo un breve inseguimento, il pregiudicato Antonio Bianco di 29 anni. Aveva in  auto circa un quintale di cavi appena rubati.

La refurtiva proveniva da un cantiere della zona industriale di Brindisi, dove la pattuglia della Sezione volanti ha avvistato la Lancia Y con a bordo Bianco, mentre si allontanava ad alta velocità da un cantiere edile. La volante della questura non ci ha messo molto a raggiungere e bloccare l’altra auto. Identificato subito il conducente, i poliziotti hanno perquisito la Lancia Y.

La matassa di cavi appena tagliati era nascosta sotto il sedile posteriore, e sarebbe presto o tardi finita nel deposito di qualche rottamatore, che a sua volta l’avrebbe piazzata sul mercato clandestino assieme ad altre partite di cavi rubati presso cantieri, impianti fotovoltaici, aziende agricole, linee ferroviarie e cabine elettriche. Antonio Bianco è stato dichiarato in arresto per furto aggravato.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La Sezione volanti, diretta dal vicequestore Alberto D’Alessandro, su direttiva del questore Alfonso Terribile ha recentemente istituito una pattuglia che si occupa esclusivamente della repressione di questo genere di reato.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Terrore in strada: moglie getta acido addosso al marito, lui è grave

  • Aggredito con l'acido dalla moglie: uomo stabile ma gravissimo

  • Uomo ustionato con l'acido: la moglie ora è accusata di tentato omicidio

  • Rapina in pieno giorno: banditi armati di taglierino assaltano banca

  • Temporale sulla città: strade allagate e case senza energia elettrica

  • Covid: nuovo picco di casi in Puglia. Nel Brindisino altri due contagi

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BrindisiReport è in caricamento