Giovedì, 18 Luglio 2024
Cronaca

Tanti incendi e organici risicati: i vigili del fuoco si attrezzano per i miracoli

Diversi roghi interessano il Brindisino, le squadre del capoluogo costrette a lasciare interventi in coda perché tutti gli uomini sono impegnati. E anche i distaccamenti di Francavilla e Ostuni hanno quasi tutto il personale alle prese con i roghi

BRINDISI - Tutti gli uomini sono alle prese con un rogo che, nella tarda mattinata di oggi (mercoledì 10 luglio 2024) sta interessando terreni nei pressi dell'invaso del Cillarese. Intanto, sempre nel capoluogo, vanno a fuoco alcuni terreni che interessano campi di pannelli fotovoltaici. E così, intorno alle 13, ci sono diversi interventi in coda per i vigili del fuoco del comando di Brindisi. Il telefono della sala continua a squillare. E ci si immagina i pompieri che, tra un intervento e l'altro, pregano affinché i roghi diano una tregua. Loro sul campo ci vanno sempre. E questo è fuori discussione. Il problema è che occorre dare la precedenza a questo incendio piuttosto che a un altro. Perché il dono dell'ubiquità, di stare su più posti contemporaneamente, loro non ce l'hanno. Ma si stanno attrezzando per i miracoli.

Incendio campo fotovoltaico del 10 luglio 2024

Un primo miracolo lo hanno compiuto nel momento in cui si scrive: un incendio, partito da contrada Montenegro, ha lambito l'invaso del Cillarese. Tutti gli uomini a disposizione del comando del capoluogo si sono dati da fare e hanno domato le fiamme in men che non si dica. Restano però le operazioni di bonifica. Intanto, ci sono quegli interventi in coda, tra cui quello che interessa il campo di fotovoltaico, in contrada Albanesi. Fino ad ora sono stati "sistemati" circa una decina di incendi. È una mattinata tranquilla, per numero. Il problema è che gli interventi si sono rivelati impegnativi e hanno richiesto molti uomini.

Il fuoco lambisce l'invaso del Cillarese

Gli organici sono quelli che sono, nei comandi e nelle caserme rimangono al massimo due uomini quando la situazione lo richiede. Praticamente per molte ore al giorno. I vigili del fuoco non fanno in tempo ad arriva sul luogo di un rogo, che dalla sala ne segnalano già un altro. I turni sono stancanti, anche mentalmente. Al momento, non risulta personale esclusivamente dedicato agli incendi boschivi. Idem per quanto riguarda i volontari Aib (anti incendi boschivi). Ed è luglio inoltrato. L'incuria di molti terreni fa la sua parte, gli incendi che interessano sterpaglie sono all'ordine del giorno e spesso possono degenerare.

Anche i distaccamenti di Ostuni e Francavilla Fontana "non si sentono tanto bene", con gli uomini del secondo impegnati per un incendio alla zona industriale della Città degli Imperiali. Ecco, oggi il primo miracolo, al Cillarese, i vigili del fuoco brindisini lo hanno già compiuto. Il problema è che il miracolo dovrebbe essere "extra ordinario", ma per loro è ormai ordinaria amministrazione.

Rimani aggiornato sulle notizie dalla tua provincia iscrivendoti al nostro canale whatsapp: clicca qui.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tanti incendi e organici risicati: i vigili del fuoco si attrezzano per i miracoli
BrindisiReport è in caricamento