menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Tap: Conte convoca parlamentari pentastellati e il sindaco di Melendugno

Nella serata di domenica la convocazione urgente da Roma. Ci saranno anche consiglieri regionali ad ascoltare la decisione del premier, che aveva avocato a sé il fascicolo sul gasdotto. Alle 14 manifestazione dei No Tap a Costa Morena

BRINDISI – I parlamentari pugliesi del Movimento 5 stelle e il sindaco di melendugno, Marco Potì, sono stati convocati a Roma, per le ore 19 di oggi, dal presidente del Consiglio dei ministri, Giuseppe Conte, per parlare del gasdotto Tap, contestato dalla comunità locale. 

La partenza del primo cittadino, accompagnato dal suo vice, Simone Dima, è prevista intorno a mezzogiorno dalla stazione ferroviaria di Lecce. Dopo quello del 2 agosto scorso si tratta della seconda trasferta a proposito del gasdotto che prevede l'approdo nella marina di Melendugno. La realizzazione dell'opera è fortemente contrastata dalla comunità locale e dall'amministrazione comunale.

La consapevolezza che si tratti di un incontro decisivo per l'affaire Tap è diffusa: dopo che il premier Giuseppe Conte, proprio a seguito del primo faccia a faccia, aveva avocato a sè il fascicolo, demandando ai tecnici il compito di sezionarlo in ogni aspetto, si è arrivati a un punto di svolta e l'impressione, suffragata da alcuni riscontri oggettivi, è che stia arrivando un sostanziale via libera alla prosecuzione dei lavori. 

Nel porto di Brindisi, infatti, è pronta a salpare la Adhemar de Saint Venant, unità navale battente bandiera del Lussemburgo, di proprietà di una ditta subappaltatrice di Saipem. Avrà il compito di fissare sul fondale di San Foca le palancole necessarie al sostegno del gasdotto. Per farlo, ed è questo il secondo riscontro, la capitaneria di porto ha già pubblicato da tempo una ordinanza di interdizione dello specchio d'acqua interessato. 

E proprio nell'area portuale di Costa Morena, per le 14 di oggi, è prevista una manifestazione di protesta contro la riapertura del cantiere e l'inizio dei lavori in mare organizzata dal Movimento No Tap della provincia di Brindisi, con il sostegno di una delegazione del Movimento No Tap di Melendugno. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento