Cronaca

Targa clonata su auto rubata: arrestato un sorvegliato speciale

Aveva apposto una targa clonata su una macchina rubata e aveva portato il veicolo presso un'officina di Oria. Questa mossa si è rivelata fatale per il latianese Dario Nardelli

La stazione dei carabinieri di Oria

ORIA – Aveva apposto una targa clonata su una macchina rubata e aveva portato il veicolo presso un’officina di Oria. Questa mossa si è rivelata fatale per il latianese Dario Nardelli, 35 anni, perché proprio nel corso di un controllo presso l’officina, i carabinieri della locale stazione al comando del maresciallo Roberto Borrello hanno individuato la macchina rubata e sono risaliti al presunto ricettatore.

Nardelli, già sorvegliato speciale di pubblica sicurezza con obbligo di soggiorno, è stato arrestato in regime di domiciliari per ricettazione e riciclaggio. La macchina in questione è una Giulietta rubata il 4 novembre 2015 nel comune di Assiago (Milano) e intestata a una persona residente a Buccinasco, sempre nel Milanese.

Durante il controllo i militari hanno scoperto che il telaio del mezzo non corrispondeva alla targa, identica alla targa appartenente a un’altra macchina di diverso tipo. La targa, insomma, era stata costruita ad arte. Il titolare dell’officina, del tutto estraneo ai fatti, ha fornito delle indicazioni sul cliente che gli aveva chiesto di effettuare degli interventi sulla Giulietta.

Le dichiarazioni dell’esercente poi hanno trovato riscontro nelle immagini riprese dalle telecamere presenti in zona, che hanno ripreso Nardelli nel momento in cui varcava la soglia dell’officina. Una volta completato il mosaico investigativo, i militari hanno consegnato un’informativa al pm Raffaele Casto. Nella giornata odierna, il gip Paola Liaci, su richiesta dello stesso Casto, ha emesso un’ordinanza di custodia cautelare in regime di domiciliari.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Targa clonata su auto rubata: arrestato un sorvegliato speciale

BrindisiReport è in caricamento