menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La stazione dei carabinieri di Squinzano

La stazione dei carabinieri di Squinzano

Tenta di raggirare anziano per la seconda volta: lui chiama i carabinieri

Denunciata una 19enne rumena residente presso un campo Rom di Brindisi. La vittima era stata già truffata due mesi fa

SQUINZANO – Si era introdotta in casa di un anziano fingendo la propria disponibilità a fornire una prestazione sessuale in cambio di denaro, ma approfittando di un momento di distrazione del pensionato, si impossessò di alcuni monili d’oro e se la svignò. A distanza di due mesi dall’accaduto, la vittima, un 80enne di Squinzano (Lecce) stamani è stata avvicinata nuovamente dalla truffatrice, ma stavolta le cose sono andate in modo diverso.

La donna, infatti, grazie al tempestivo intervento dei carabinieri, è stata denunciata a piede libero. Si tratta di una rumena di 19 anni residente presso un campo nomadi di Brindisi. L’anziano, memore della disavventura di due mesi fa, inizialmente ha lasciato intendere alla ragazza, pronta a ripetere il raggiro, di aver nuovamente abboccato all’amo. Stavolta, però, la vittima, senza far insospettire la straniera, ha chiamato i carabinieri, che immediatamente si sono recati sul posto e hanno identificato la presunta truffatrice. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Vita da vegana: "Non sono estremista, rispetto i più deboli e l'ambiente"

Attualità

Consorzio Asi: l'avvocato Vittorio Rina è il nuovo presidente

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento