menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La finta carica di tritolo, il coltello e la PostPay

La finta carica di tritolo, il coltello e la PostPay

Tenta rapina con finto esplosivo: catturato

FRANCAVILLA FONTANA - Mercoledì scorso è stato fermato per strada e trovato con un coltellaccio da cucina nascosto nel giubbotto, questa mattina si è presentato con una presunta bomba nell'ufficio postale di Francavilla minacciando di far saltare tutto se non gli avessero consegnato il denaro.

FRANCAVILLA FONTANA - Mercoledì scorso è stato fermato per strada e trovato con un coltellaccio da cucina nascosto nel giubbotto, questa mattina si è presentato con una presunta bomba nell'ufficio postale di Francavilla minacciando di far saltare tutto se non gli avessero consegnato il denaro. Ma i dipendenti sono fuggiti disorientandolo, così anche lui si è dileguato. È stato però rintracciato poco dopo e arrestato. Si tratta del 36enne brindisino, residente ad Oria, Gianluca Sancesario, il presunto "pentito" che aveva fatto rivelazioni su affari di droga, cocaina per l'esattezza.

Poco dopo le 13 di oggi l'uomo si è presentato nella filiale delle poste di via Vincenzo Lilla a Francavilla Fontana come un normale cliente. Si è messo in fila e quando è giunto il suo turno si è avvicinato allo sportello, ha estratto un involucro dalla forma di una cassettina rivestito di carta di colore nero al quale era collegato un filo elettrico e lo ha avvicinato alla cassa, ha inserito il cavetto nello sportello e ha annunciato che quel pacchetto conteneva tritolo.

"Datemi i soldi o qui salta tutto". L'operatrice però terrorizzata è fuggita, anche i suoi colleghi e i pochi clienti che c'erano. In una manciata di secondi l'ufficio si è svuotato, a quel punto il rapinatore non ha potuto fare altro che darsi alla fuga. Non si aspettava una reazione simile.

Immediatamente sono stati informati i carabinieri. Sul posto si sono recate alcune pattuglie della locale stazione, lo stesso comandante, il maresciallo Roberto Borrello e i militari della compagnia di Francavilla al comano del maggiore Giuseppe Prudente, più i colleghi del Norm diretti dal tenente Roberto Rampino.

Sono state avviate le ricerche, mentre i militari oritani raccoglievano tutte le testimonianze. Nell'ufficio postale non ci sono telecamere. Gli investigatori hanno dovuto lavorare di indizi e descrizioni. La perfetta conoscenza del territorio, però, ha permesso di risolvere il caso in pochissimo tempo e con ottimi risultati. Il malfattore è stato individuato proprio grazie alla descrizione fornita da tutti coloro che si trovavano nell'ufficio postale al momento della rapina. Daltronde aveva sostato a lungo nel locale attendendo il suo turno.

I militari non hanno esitato a recarsi a casa sua dove lo hanno trovato. Durante la perquisizione è stato trovato il pacchetto con cui aveva minacciato i dipendenti e un coltello a serramanico. L'involucro era vuoto. Tutti i presenti alla tentata rapina hanno riconosciuto in Gianluca Sancesario l'autore del gesto delittuoso compiuto poche ore prima. Su disposizione del pm di turno Raffaele Casto il 36enne è stato arrestato e trasferito in carcere. Erano le 17.

 

 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Asl Brindisi: avviso pubblico per l'incarico di direttore generale

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento