rotate-mobile
Venerdì, 3 Febbraio 2023
Cronaca Torre Santa Susanna

Va a casa dell'anziana madre e tenta di sfondare la porta: arrestato

E' accaduto alla vigilia della festa della mamma. L'uomo, ospitato presso una comunità di Taranto, ha violato il divieto di avvicinamento alla madre, che da anni subiva maltrattamenti e vessazioni. La stessa ha chiesto aiuto ai carabinieri

TORRE SANTA SUSANNA – Alla vigilia della festa della mamma si è recato presso l’abitazione della madre ma non per porgerle gli auguri, bensì per sfondare la porta di ingresso. Grazie all’intervento dei carabinieri è stata interrotta sul nascere l’ennesima aggressione ai danni della donna, una 77enne di Torre Santa Susanna, da parte del figlio, un 41enne ospitato presso una comunità di recupero di Taranto.

L’uomo nella tarda serata di sabato (11 maggio) ha lasciato la struttura e nonostante fosse sottoposto alla misura cautelare del divieto di avvicinamento ai luoghi frequentati dalla madre, si è diretto verso Torre Santa Susanna. Una volta giunto presso la casa materna, ha cominciato a prendere la porta a calci. L’anziana, terrorizzata, ha chiesto aiuto ai carabinieri. I militari della locale stazione si sono subito recati sul posto e hanno bloccato il 41enne, che si era dato alla fuga a piedi. La malcapitata, sopraffatta dall’agitazione, è stata colta da malore e soccorsa da personale del 118. 

L’uomo, purtroppo, non è nuovo a episodi del genere. Il 4 maggio 2018 fu arrestato mentre aggrediva la madre. Da diversi anni la pensionata subiva i maltrattamenti, le offese e le minacce del figlio, che in raptus di rabbia aveva danneggiato suppellettili, mobili e infissi. Tutto questo accompagnato dalla continua richiesta di somme di denaro per comprare la droga. 

Stavolta, dopo le formalità di rito, di concerto con il pm di turno della Procura di Brindisi, è stato condotto in carcere per reiterati maltrattamenti in famiglia. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Va a casa dell'anziana madre e tenta di sfondare la porta: arrestato

BrindisiReport è in caricamento