menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Tentano di rubare un furgone nel parcheggio della spiaggia: arrestati

In manette due brindisini entrati in azione presso Torre Pozzelle. I poliziotti gli hanno sorpresi con arnesi da scasso

OSTUNI – Erano sul punto di rubare un furgone preso a noleggio da un gruppo di giovani vacanzieri. Ma grazie all’intervento di una pattuglia della squadra Volante del commissariato di polizia di Ostuni impegnata in un servizio di controllo del litorale, sono stati arrestati in flagranza di reato due brindisini entrati in azione venerdì pomeriggio (10 agosto) presso il parcheggio della località marina di Torre Pozzelle. Si tratta del 21enne Antonio Sciarra e del 35enne Antonio Pupino.

Gli agenti, durante il pattugliamento della costa, sono rimasti insospettiti da un soggetto che all’interno dell’area di sosta, dopo essersi introdotto dentro un furgone nuovo di zecca, ne usciva dal lato passeggiero per dirigersi verso un secondo individuo che fungeva da palo e teneva d’occhio i bagnanti. 

A quel punto i poliziotti hanno proceduto con un controllo,  accorgendosi che uno dei due aveva cercato di nascondere qualcosa che veniva recuperato. Si trattava di una tronchesina, tipico arnese da scasso. Sospettando che fosse stato commesso un furto, le forze dell’ordine hanno controllato le auto parcheggiate ed, effettivamente, un furgone a noleggio nuovissimo presentava la portiera lato passeggiero aperta, mentre nel nottolino di accensione si trovava uno spadino e i cavi di avviamento erano stati estratti dalla loro scatola, pronti per la manomissione.

Il gruppo di ragazzi in vacanza, appresa la notizia dello sventato furto, ha ringraziato gli operatori. I due brindisini, di concerto con il mp di turno del tribunale di Brindisi, Giovanni Marino, sono stati arrestati in regime di domiciliari per tentato furto aggravato in concorso fra di loro. Nei loro confronti si valuterà inoltre l’adozione della misura di prevenzione del foglio di via obbligatorio da Ostuni con divieto di ritorno nello stesso Comune. 

Lo stesso pm Marino, in giornata, nel convalidare  l’arresto, “stante la flagranza del reato e il fumus dello stesso”, ha disposto l’immediata liberazione degli arrestati, in quanto a suo avviso non sussiste l’esigenza cautelare “di tale intensità da comportare l’applicazione di una misura cautelare”. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento