menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Tentata estorsione e omicidio colposo: due persone in carcere

La giustizia presenta il conto a due uomini condannati con sentenze passate in giudicato per diversi reati

La giustizia presenta il conto a due persone condannate con sentenze passate in giudicato per diversi reati.

Il 41enne Daniele Rizzo, di Cellino San Marco, già detenuto in carcere, deve scontare la parte residua di una pena a 8 anni, 8 mesi e 18 giorni di reclusione per i reati di tentata estorsione e lesioni personali commessi in Cellino San Marco il 19 giugno 2010. L’uomo è stato raggiunto da un ordine di espiazione pena detentiva emesso dalla Procura Generale presso la Corte d’Appello di Lecce e notificato dai carabinieri della locale stazione.

Un provvedimento di esecuzione di pene concorrenti, invece, è stato emesso a carico di un 70enne residente a Oria, Cosimo Micelli, che deve scontare la parte residua di una condanna a 4 anni, 7 mesi e 20 giorni di reclusione per emissione di fatture o altri documenti per operazioni inesistenti, fatti commessi in Oria dal 2004 al 2007, nonché per omicidio colposo commesso sempre in Oria il 30 agosto 2006.

Anche per il 70enne si sono aperte le porte della casa circondariale di Brindisi, dove è stato accompagnato dai carabinieri della stazione di Oria. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Asl Brindisi: avviso pubblico per l'incarico di direttore generale

Ultime di Oggi
  • Emergenza Covid-19

    Covid in Puglia: calano ancora i ricoveri, ma i numeri restano alti

  • Cronaca

    Auto rubate tornano in circolazione come cloni: due arresti

  • Politica

    Il Tar dà ragione a Maiorano, eletto sindaco per due voti

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento