Martedì, 18 Maggio 2021
Cronaca

Tentata rapina in gioielleria, scoperto dopo 5 anni: incastrato da impronte

E’ un 23enne di Brindisi l’autore di una tentata rapina compiuta 5 anni fa nella gioielleria Arena di Manduria (Ta). È stato incastrato da un frammento di impronta

BRINDISI – E’ un 23enne di Brindisi l’autore di una tentata rapina compiuta 5 anni fa nella gioielleria Arena di Manduria (Ta). È stato incastrato da un frammento di impronta digitale trovato sulla pistola giocattolo abbandonata all’interno del negozio di preziosi, all’epoca dei fatti era ancora minorenne. Per lui è scattata la denuncia. Agì insieme a un complice non identificato.

Si dileguò abbandonando l’arma sul posto in seguito alla reazione del titolare, dopo una breve colluttazione. Gli agenti della polizia scientifica rilevarono i frammenti di impronta inserendoli nella banca dati delle forze dell’ordine, all’epoca gli indizi erano troppo pochi per risalire all’identità del responsabile. A ottobre scorso, però, il 23enne è stato arrestato dagli agenti della Squadra mobile della questura di Brindisi per un’altra rapina, il foto segnalamento e l’acquisizione completa delle impronte digitali, ha consentito di effettuare la comparazione con il frammento di impronta. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tentata rapina in gioielleria, scoperto dopo 5 anni: incastrato da impronte

BrindisiReport è in caricamento