menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Tentata truffa aggravata ai danni dello Stato: denunciate due coppie di coniugi

Sono stati scoperti due rapporti fittizi di lavoro finalizzati al conseguimento di erogazioni pubbliche

BRINDISI - I carabinieri del Nucleo ispettorato del lavoro di Brindisi, in collaborazione con il personale ispettivo dell’Inps del luogo, hanno denunciato due coppie di coniugi per tentata truffa aggravata per il conseguimento di erogazioni pubbliche in danno dello Stato.

L’attività investigativa è stata orientata nell’ambito degli studi professionali e degli esercizi pubblici. Gli accertamenti hanno fatto emergere che due coppie di coniugi, una formata da un consulente del lavoro e dalla moglie ragioniera, e l’altra da un disoccupato e dalla moglie titolare di un’attività di ristorazione, avevano escogitato un efficace sistema finalizzato a conseguire erogazioni pubbliche.

“Tra gli indagati il “dominus” era il consulente del lavoro, il quale ha assunto fittiziamente quale collaboratore di studio il disoccupato 44enne, al fine di fargli conseguire indebite prestazioni a sostegno del reddito altrimenti non dovute. Prestazioni erogate dall’Inps competente, dirette a far conseguire al medesimo la costituzione artificiosa di una posizione assicurativa al fine futuro di liquidazione di pensione non spettante”. Spiegano i carabinieri.

“Dall’altro lato la moglie del consulente del lavoro è stata assunta quale ragioniera dalla titolare dell’attività ristorativa. Tale meccanismo ha consentito alla ragioniera moglie del consulente del lavoro di percepire indebite prestazioni a sostegno del reddito altrimenti non dovute ed erogate dall’Inps competente, nonché di far ottenere alla medesima la costituzione artificiosa di una posizione assicurativa al fine futuro di liquidazione di pensione non spettante”.

Sono, quindi, stati scoperti due rapporti fittizi di lavoro finalizzati al conseguimento di erogazioni pubbliche. In relazione alle due posizioni lavorative individuate, relativamente agli anni dal 2010 al 2016 sono stati recuperati contributi previdenziali ed assistenziali, nonché recuperate indennità di disoccupazione maternità malattia ed altro per un importo complessivo 20mila euro.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento