rotate-mobile
Cronaca

Tentano di occupare un alloggio assegnato ad altri, tre donne denunciate a Tuturano

TUTURANO - “Quella casa è mia, ne ho più diritto io”. L'avranno pensata così, madre figlia e nipote denunciate dai carabinieri della stazione di Tuturano per concorso in violazione di domicilio e tentata invasione di edificio. Si tratta di A. C., 54enne, A.L., 26enne e M.L., 23enne, tutte e tre del posto. Singolare la pretesa delle donne che hanno fatto irruzione all'interno di un appartamento di proprietà dell'Ina-Casa tentando di occuparlo.

TUTURANO - "Quella casa è mia, ne ho più diritto io". L'avranno pensata così, madre figlia e nipote denunciate dai carabinieri della stazione di Tuturano per concorso in violazione di domicilio e tentata invasione di edificio. Si tratta di A. C., 54enne, A.L., 26enne e M.L., 23enne, tutte e tre del posto. Singolare la pretesa delle donne che hanno fatto irruzione all'interno di un appartamento di proprietà dell'Ina-Casa tentando di occuparlo.

L'abitazione, che si trova in un complesso di case popolari era già stata assegnata ad una famiglia avente diritto ed era regolarmente abitata. E lo era pure martedì sera quando le tre parenti hanno deciso di sfondare l'ingresso dell'abitazione per occuparla. Incredula la famiglia all'interno, la quale, una volta fatto notare che la casa era abitata si sarebbe sentita rispondere dalle donne, intenzionate a conquistarsi l'alloggio, che ne avrebbero avuto più diritto loro. La prima cosa che si sono conquistate, tuttavia, dopo il colpo di testa è stata una denuncia a piede libero.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tentano di occupare un alloggio assegnato ad altri, tre donne denunciate a Tuturano

BrindisiReport è in caricamento