Cronaca

"Terminati i lavori di potenziamento delle rete idrica in 41 comuni"

Anche sette comuni della provincia di Brindisi beneficeranno dei lavori per il potenziamento ed efficentamento della rete idrica portati a termine dall'Acquedotto Pugliese

BRINDISI – Anche sette comuni della provincia di Brindisi beneficeranno dei lavori per il potenziamento ed efficentamento della rete idrica portati a termine dall’Acquedotto Pugliese. Si tratta di Carovigno, Cellino San Marco, Cisternino, Erchie, San Michele Salentino, San Pancrazio Salentino, Torre Santa Susanna.

Complessivamente sono 41 i comuni del centro/nord della Puglia interessati da tale intervento. Oltre ai già citati comuni brindisini: Monopoli, Poggiorsini, Sammichele di Bari, Margherita di Savoia, Apricena, Cagnano Varano, Candela, Carapelle, Castelnuovo della Daunia, Chieuti, Lucera, Mattinata, Ordona, Orta Nova, Peschici, Pietra Montecorvino, Poggio Imperiale, Rignano Garganico, Rodi Garganico, San Paolo di Civitate, Stornara, Stornarella, Torremaggiore, Vieste, Carosino, Faggiano, Ginosa, Leporano, Massafra, Monteiasi, Monteparano, Palagiano, Roccaforzata, San Giorgio Jonico.

Obiettivo delle opere è stato quello di migliorare la funzionalità delle reti idriche cittadine, grazie a lavori di ristrutturazione, manutenzione e ampliamento delle stesse, nonché alla distrettualizzazione dei comparti idrici per la gestione ottimale delle pressioni.

Nello specifico, l’intervento portato a termine dall’Acquedotto Pugliese è consistito in una prima fase di studio dei sistemi esistenti, attraverso il rilievo e l’analisi delle reti, il cui funzionamento è stato simulato mediante modelli matematici. Successivamente, i lavori hanno riguardato la riparazione delle perdite, la sostituzione dei tronchi vetusti o ammalorati e la costruzione di nuove condotte, per una lunghezza totale di 34 km, oltre alla realizzazione di 400 postazioni per il monitoraggio e il controllo dei principali parametri idraulici delle reti, grazie a cui effettuare la misura in tempo reale della portata e della pressione, così come la regolazione della pressione dei singoli distretti idrici.
Le opere, dell’importo complessivo di circa 18 milioni di euro, si sono svolte nell’arco di tre anni.

Un significativo intervento, che garantirà ai cittadini un servizio sempre più efficiente e in linea con l’impegno dell’Acquedotto a rispondere positivamente alle reali aspettative del territorio servito.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Terminati i lavori di potenziamento delle rete idrica in 41 comuni"

BrindisiReport è in caricamento