Cronaca Via Achille Grandi

Termosifoni spenti al "Palumbo": centinaia di studenti fuori dalla scuola

I rifornimenti di gasolio cominciano a scarseggiare nelle scuole superiori. Ed è dura entrare nelle aule gelide, con i termosifoni spenti. Ne sanno qualcosa gli studenti del liceo linguistico e delle scienze umane "Ettore Palumbo" di via Achille Grandi. Centinaia di loro, quelli che utilizzano le classi in cui non batte il sole, sono rimasti all'esterno dell'istituto

BRINDISI – I rifornimenti di gasolio cominciano a scarseggiare nelle scuole superiori. Ed è dura entrare nelle aule gelide, con i termosifoni spenti. Ne sanno qualcosa gli studenti del liceo linguistico e delle scienze umane "Ettore Palumbo" di via Achille Grandi. Centinaia di loro, quelli che utilizzano le classi in cui non batte il sole, sono rimasti all’esterno dell’istituto, affiggendo sulla rete di recinzione dei fogli con la scritta: "Si sta meglio fuori che dentro".

All’inizio hanno occupato la strada. Poi, su richiesta della preside Maria Oliva, si sono sistemati nell’atrio, per non intralciare la viabilità. La stessa dirigente, contattata da BrindisiReport, ammette che è pressoché impossibile stare nelle aule che non affacciano sul lato dell’edificio riscaldato Le scritte esposte dagli studenti fuori dal Palumbo-2naturalmente dai raggi di sole. Il problema riguarda almeno 20 classi.

In questi minuti si stanno valutando soluzioni alternative. Come quella di occupare i laboratori, riscaldati dai climatizzatori, o il corridoio della palestra, riscaldato appunto dal sole. “Fino alle festività natalizie – spiega la preside – l’impianto ha funzionato con una fornitura tampone di gasolio messa a disposizione dalla Provincia, in attesa che si insedi la ditta aggiudicatasi la gara d’appalto per il servizio di fornitura di energia”.

Disagi analoghi pare si stiano registrando anche in altre scuole della provincia. Ed è concreto il rischio che il cerchio degli edifici provinciali a corto di riscaldamento possa allargarsi nei prossimi giorni, man mano che le residue scorte di gasolio si esauriranno. 

Frequentare una scuola pubblica, purtroppo, diviene sempre più faticoso di questi tempi. Basti pensare che tutte le scuole comunali primarie e d’infanzia brindisine da ieri sono senza servizio mensa, a causa di un contenzioso fra l’amministrazione comunale e la ditta che gestiva il servizio fino a dicembre, e nel liceo Scientifico Pepe di Ostuni, sempre ieri, le aule erano talmente piene di polvere prodotta dai lavori di ristrutturazione eseguiti durante le festività natalizie, da indurre il funzionario dell'Ufficio di igiene a dichiarare le aule momentaneamente inagibili. Il 2015, insomma, peggio di così non poteva iniziare sul fronte scolastico.

Aggiornamento - Gli studenti, considerato anche che per gran parte di loro le lezioni terminavano alle ore 12, nel frattempo sono rientrati in casa. L'amministrazione provinciale, contattata da BrindisiReport, si è assunta l'impegno di rifornire con nuovo gasolio l'impianto del Palumbo e quelli di almeno altre tre scuole superiori (situate a Ceglie Messapica, Cisternino e Ostuni) interessate dal medesimo problema. I ragazzi del Palumbo, intanto, fanno sapere che non entreranno a scuola neanche domani, se nel frattempo i termosifoni non torneranno in funzione. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Termosifoni spenti al "Palumbo": centinaia di studenti fuori dalla scuola

BrindisiReport è in caricamento