Cronaca Latiano

Terribile incidente nel Salento: morti 2 giovani, illeso camionista latianese

Un autotrasportatore di Latiano, il 63enne C.O, è uscito illeso da un terribile scontro che nella mattinata di oggi (25 agosto) è costato la vita a due giovani che stavano trascorrendo la vacanza nel Salento, insieme ad altri ragazzi del Varesotto. Marco Fiori, di 22 anni, e Nicolò De Peverelli di 20, sono morti sul colpo. Altri tre sono stati trasportati in ospedale in codice rosso

LATIANO – Un autotrasportatore di Latiano, il 63enne C.O., è uscito illeso da un terribile scontro che nella mattinata di oggi (25 agosto) è costato la vita a due giovani che stavano trascorrendo la vacanza nel Salento, insieme ad altri ragazzi del Varesotto.  Marco Fiori, di 22 anni, e Nicolò De Peverelli di 20, sono morti sul colpo. Altri tre sono stati trasportati in ospedale in codice rosso. Un quarto ferito è meno grave. La comitiva viaggiava a bordo di una Peugeot 3008  presa a noleggio quando, per cause ora al vaglio degli inquirenti, è avvenuto lo scontro con un mezzo pesante, un Iveco Trakker.

Sembrerebbe che il tir stava viaggiando sulla via provinciale 112. Dai primi rilievi, ancora tutti in fase di conferma, i ragazzi sarebbero spuntati da una traversa della provinciale: via Arturo Santo. Non è ancora dato sapere a quale dei due mezzi sia addebitabile la responsabilità: i rilievi sono ancora in corso e gli inquirenti stanno ascoltando tutti i passanti che hanno assistito al drammatico episodio.

I corpi dei sei ragazzi, usciti fuori strada a bordo della vettura, sono stati liberati di vigili del fuoco del comando provinciale, sopraggiunti con urgenza assieme ai sanitari del 118. Purtroppo per due di loro non vi era più nulla da fare: sono morti sul colpo a causa dell’impatto. I tre ragazzi feriti in maniera più grave sono Andrea Bruno, di 21 anni, Francesco Radice, di 22 e il coetaneo Claudio Gandini. Sono stati accompagnati al pronto soccorso del "Vito Fazzi" di Lecce. Uno di loro, Bruno, versa in gravi condizioni, tanto da essere stato ricoverato in prognosi riservata nel reparto di Rianimazione. Il suo quadro clinico è davvero piuttosto complesso e preoccupante. La situazione è delicata anche per Radice, ricoverato sempre in prognosi riservata nel reparto di Neurochirurgia.

Il quarto occupante della Peugeot, invece, è stato trasferito presso l'ospedale "Sacro Cuore di Gesù" di Gallipoli: le sue condizioni di salute destano meno apprensione. Le salme delle vittime, intanto, su disposizione del pubblico ministero di turno, Massimiliano Carducci, sono state trasferite presso la camera mortuaria della struttura sanitaria del capoluogo salentino. Nelle prossime ore, sarà eseguito sui corpi dei giovani, l'esame autoptico da parte del medico legale.

Neppure un mese addietro, non troppo distante dal luogo del sinistro avvenuto in mattinata, cinque ragazzi si sono schiantati contro il muro di recinzione della pista collaudi di Nardò, di ritorno dalla discoteca: i giovani in quell'occasione, anche loro di origini lombarde, sono rimasti feriti.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Terribile incidente nel Salento: morti 2 giovani, illeso camionista latianese

BrindisiReport è in caricamento