Titolari società di formazione online deferiti per furto

Dopo la denuncia di genitore brindisino che aveva esercitato diritto di recesso, ma senza riottenere le somme versate

BRINDISI – Genitore brindisino iscrive la figlia a un corso di formazione online per studenti universitari ma poi esercita il diritto di recesso nei termini previsti, senza ottenere però la restituzione della somma versata, esattamente 2.375,55 euro. Non solo, nel frattempo dal suo conto corrente la società di formazione ha prelevato altri 244 euro.

Visto che non c’era verso di ottenere la restituzione del denaro, la persona in questione ha sporto formale denuncia querela presso la stazione carabinieri di Brindisi Casale, fornendo la documentazione comprovante sia i versamenti che le comunicazioni intercorse dal recesso in poi. I militari hanno svolto i necessari accertamenti, quindi hanno inoltrato notizia di reato alla procura competente.

Il presidente e il legale rappresentante della società, entrambi di Catania, di 43 e 42 anni (la società ha sede nella città etnea) sono stati infatti denunciati a piede libero, a conclusione delle indagini, per furto ed appropriazione indebita.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incendio durante il rifornimento: in fiamme il distributore Ip di Sant'Elia

  • Meno contagi e meno tamponi nel weekend. Resta alto il numero dei decessi

  • Furti in casa mentre i proprietari dormono, paura nelle campagne

  • Sulla superstrada senza assicurazione e con targhe rubate: inseguimento

  • Coronavirus, risalgono i nuovi positivi e il numero dei decessi

  • Festa di compleanno senza mascherine, ma con petardi: 11 denunce

Torna su
BrindisiReport è in caricamento