Mercoledì, 12 Maggio 2021
Cronaca

Al via gli interventi nelle marine a sud di Brindisi, anche quelli degli incivili

Lido Cipolla avrà un comodo accesso alla spiaggia e soprattutto si scongiura il rischio di crollo della strada che costeggia l'arenile. A Torre San Gennaro verrà attivata una Farmacia ma soprattutto entro giugno prossimo verranno appaltati i lavori di riqualificazione

TORCHIAROLO – Lido Cipolla avrà un comodo accesso alla spiaggia e soprattutto si scongiura il rischio di crollo della strada che costeggia l’arenile. A Torre San Gennaro verrà attivata una Farmacia ma soprattutto entro giugno prossimo verranno appaltati i lavori di riqualificazione della costa che dovranno essere terminati nel giro di un anno. Al via anche il rifacimento della segnaletica stradale e il potenziamento dell’illuminazione pubblica. Arrivano buone notizie per le marine di Torre San Gennaro, Lido Presepe, Lido Cipolla e Lendinuso, località balneari del comune di Torchiarolo, trasformate, come la vicina Campo Di Mare (di competenza del Comune di San Pietro Vernotico) in questo periodo dell’anno in terre di nessuno.

A giudicare dallo stato in cui versano, e siamo a ridosso delle festività pasquali, tutto si potrebbe pensare tranne che dietro le quinte di uno scenario 12717912_1041238979274470_966188899266447054_n-2desolato caratterizzato dal degrado, c’è qualcuno che sta lavorando per la totale riqualificazione. Verranno spesi 1.400.000 euro. Torchiarolo si è aggiudicato una fetta dei 24.422.017, 71 euro stanziati dalla Regione Puglia per l’attuazione del Programma regionale per la tutela dell’ambiente. A novembre scorso è stato presentato il progetto che cambierà il look alle marine.

Come assicura il sindaco di Torchiarolo Nicola Serinelli  già dalla prossima stagione estiva si dovrebbe iniziare a gustare il sapore del cambiamento “Molti pareri sono già stati acquisiti ne mancano altri ma in ogni caso entro il 30 giugno prossimo tutti i lavori dovranno essere appaltati e gli stessi dovranno concludersi nel giro di un anno. Si cercherà di dare continuità alle opere di consolidamento della Falesia, avviate nell’ambito di un altro progetto che al momento sta interessando Lido Cipolla e si avvieranno altri lavori, le priorità saranno date dalla ditta appaltante. Nel frattempo mi sto muovendo per cercare fondi da destinare agli interventi in mare per ridurre l’erosione costiera, anche coinvolgendo Enel. Se non si ferma l’azione del mare tutti gli interventi sulla costa risulteranno vani. A breve, infine, sarà rinnovata la segnaletica stradale e potenziata l’illuminazione”.

20160312_120537-2Come già accennato a Torre San Gennaro verrà attivato un dispensario farmaceutico stagionale, dal 15 giugno al 15 settembre, in grado di soddisfare le utenze che vivono anche nelle vicine Campo di Mare, Lido Presepe e Lendinuso. “Considerato che la stagione estiva è ormai in fase di programmazione e che richiama in questo Comune, maggiormente nella zona turistico-residenziale delle località balneari di Lendinuso, Presepe e Torre San Gennaro, molti villeggianti, alcuni dei quali hanno persino la residenza anagrafica, facendo nascere come in altre realtà, la necessità di istituire un dispensario farmaceutico, atto a soddisfare le indispensabili esigenze di tutti i villeggianti, tenuto conto delle difficoltà di viabilità e relative distanze per raggiungere altre località più vicine, in periodi di traffico intenso come l’estate”, si legge in una delibera di giunta che chiede l’autorizzazione alla Regione. 

La riqualificazione costiera prevede una vera e propria trasformazione delle località balneari a sud di Brindisi, dovrebbe, se i lavori abbandoni san gennaro-2rispetteranno quello che prevede il progetto vincitore del concorso, renderle degne di rappresentare le bellezze del Salento. Purtroppo quello che manca ancora è il senso civico dei cittadini. Molte marine nella stagione invernale diventano la pattumiera dei paesi, rifiuti di ogni genere vengono abbandonati agli angoli delle strade, rifiuti che potrebbero essere ritirati a domicilio senza troppa fatica per chi li produce. Accanto alla mancata manutenzione del verde pubblico, alle strade disastrate contornate da erbacce, all’apparente disinteresse delle amministrazioni, compaiono cumuli di rifiuti, abbandonati dai cittadini. “L’appello che lancio è sempre lo stesso: i cittadini devono collaborare, tenere le strade pulite curare anch’essi le località balneari, solo attraverso la collaborazione di tutti si possono ottenere i risultati sperati e dare dignità alle marine”. Il turismo è uno dei settori che i Comuni del Brindisino, specie quelli che hanno la fortuna di possedere località balneari, devono imparare a sfruttare se vogliono davvero cambiare le sorti dei piccoli paesi già penalizzati dalla presenza di insediamenti industriali. Ma il senso civico è il primo passo.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Al via gli interventi nelle marine a sud di Brindisi, anche quelli degli incivili

BrindisiReport è in caricamento