Mercoledì, 27 Ottobre 2021
Cronaca Torchiarolo

La protesta degli anti-Xylella si sposta di nuovo sulla superstrada, traffico bloccato

La protesta contro gli abbattimenti degli ulivi infetti e di quelli sani individuati nel piano Silletti bis per fermare il propagarsi della Xylella, si sposta nuovamente sulla strada statale 613 che collega Lecce a Brindisi, altezza stazione di Servizio Q8

TORCHIAROLO – La protesta contro gli abbattimenti degli ulivi infetti e di quelli sani individuati nel piano Silletti bis per fermare il propagarsi della Xylella, si sposta nuovamente sulla strada statale 613 che collega Lecce a Brindisi, altezza stazione di Servizio Q8 sulla corsia in direzione Brindisi, zona Torchiarolo. Decine di manifestanti, provenienti oltre che da blocco superstrada-2Torchiarolo anche da Cellino San Marco e San Pietro Vernotico, dalle 6.30 di oggi, mercoledì 21 ottobre, hanno invaso la carreggiata bloccando il traffico. Continuano a urlare il loro dissenso contro l’abbattimento degli ulivi. Sul posto polizia e carabinieri. 

A Torchiarolo sono giunte 36 notifiche, 21 sono state sospese dopo che i priprietari si sono rivolti al Tar, a San Pietro Vernotico invece, da lunedì sono in corso le eradicazioni di 900 ulivi di cui solo 8 infetti, si trovano nei terreni dell'azienda vitivinicola Tormaresca sulla litoranea a sud di Brindisi. In questo caso l'azienda ha attuato in pieno il piano Silletti che prevede l'abbattimento oltre che degli alberi infetti anche quelli sani presenti nel raggio di 100 metri dagli stessi. Misure che valgono solo per la provincia di Brindisi, zona considerata cuscinetto. Tormarsca non ha presentato ricorso ma annuncia provvedimenti per il risarcimento dei danni subiti. A Cellino San Marco, invece, dovrebbero essere abbattuti 3 alberi infetti, si trovano in contrada Minichella.

Sulla corsia in direzione Brindisi si è formata una coda lunga circa 10 km, il traffico è gestito dalla polizia stradale. Intorno alle 8,30 è stata aperta solo una corsia, il traffico, quindi, in direzione Brindisi, procede lentamente attraversando il blocco di manifestanti che al passaggio di ogni automobilista mostrano striscioni dove ci sono frasi che invitano a salvare e rispettare gli ulivi e si levano urli di protesta. In più di qualche occasione gli autisti dei Tir nel tratto interessato dalla manifestazione stanno fermando il mezzo il tempo necessario per i manifestanti di posare un ramoscello d'ulivo sul parabrezza inastrandolo nel tergicristallo. Il blocco è stato rimosso alle 12.

Pezzo aggiornato alle ore 12.36

Nuovi blocchi sulla superstrada da parte degli anti-Xylella

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La protesta degli anti-Xylella si sposta di nuovo sulla superstrada, traffico bloccato

BrindisiReport è in caricamento