Martedì, 18 Maggio 2021
Cronaca

Marine in degrado e sporche: "Situazione non più tollerabile"

Il servizio di igiene urbana nel Comune di Torchiarolo e nelle sue marine continua a sollevare polemiche e malcontento tra i villeggianti

TORCHIAROLO – Il servizio di igiene urbana nel Comune di Torchiarolo e nelle sue marine continua a sollevare polemiche e malcontento tra i villeggianti. I consiglieri di opposizione Flavio Caretto e Michela Tommasi del gruppo consiliare del Pd hanno inviato una nota in cui manifestano il loro disappunto sulla gestione del servizio “non più tollerabile”. Mentre nella posta di redazione di questo giornale e attraverso il servizio whatsapp (al 3488390912) arrivano continuamente segnalazioni corredate di foto sullo stato di degrado in cui versano le marine di Torre San Gennaro, Lido Presepe e Canuta. Una situazione da cui non se ne viene a capo. E la stagione estiva è ormai entrata nel vivo.

IMG-20160712-WA0009-2

“Non c’è giorno che non arrivino a noi e anche a lei e agli uffici preposti, le giuste lamentele da parte dei nostri cittadini, specie quelli che già risiedono nelle località marine – scrivono Caretto e Tommasi in una lettera indirizzata al sindaco Nicola Serinelli – in particolare ci teniamo a segnalarle quelle espresse su Facebook da due famiglie irlandesi che hanno deciso di fare impresa sulle nostre marine e che ci portano decine e decine di altre famiglie britanniche, che si innamorano delle nostre bellezze naturali. Non riescono più a tollerare lo stato di abbandono dei luoghi pubblici e l’immondizia abbandonata per strada. E i loro clienti scappano”.

“Per non parlare poi dello stato di quasi completo abbandono del centro urbano di Torchiarolo, nel quale si registrano gli stessi mal servizi. Spesso si richiama “l’inciviltà dei cittadini” o “l’aumento del numero di cittadini residenti” nella stagione estiva. Ci si dimentica invece che questi cittadini versano nelle casse comunali tasse e imposte per l’intero anno, mentre si rendono servizi a malapena per due mesi. Seppur si potevano comprendere le difficoltà nella fase di avvio di una nuova stagione; ma ad oggi, 11 luglio, a due mesi dall’ingresso “abusivo” della nuova ditta, non può più essere consentito che vi siano inefficienze nello svolgimento delle attività di raccolta dei Rsu, spazzamento delle vie, piazze ecc”.

“Eppure la nuova gestione è stata presentata da voi come un’impresa di efficienza e efficacia. E sicuramente lo sarà. Perché nel comune di San Pietro, il servizio viene svolto dalla stessa azienda in maniera sicuramente migliore: fanno anche la raccolta differenziata dell’umido mentre da noi no. Sono 15mila abitanti serviti circa, il triplo rispetto a Torchiarolo e introitano un compenso mensile di poco più del doppio. A ciò aggiungiamo poi le condizioni di lavoro degli stessi operatori. Pensate che siano veramente condizioni rispettose della sicurezza sui luoghi di lavoro, se non della loro stessa dignità?”.

E poi ancora “Vi è necessità e urgenza inderogabile che lei, in qualità di primo responsabile dell’emissione della famigerata ordinanza nonché primo responsabile dell’emissione della famigerata ordinanza nonché primo responsabile della salute pubblica dei cittadini amministrati, al che prenda provvedimenti adeguati, e consideri anche l’ipotesi di chiusura anticipata dell’affidamento da lei “gentilmente concesso”, in virtù delle inadempienze che lei stesso ha lamentato nei confronti del precedente gestore e che ora puntualmente si ripetono con il nuovo”.

Attraverso il servizio di messaggistica whatsapp invece è arrivata una segnalazione riguardante lo stato in cui versa la marina di Lido Presepe “Volevo segnalare una situazione di abbandono nei riguardi della marina di lido presepe nonostante le numerose segnalazioni fatte. Mancanza di illuminazione stradale sulla provinciale (strada in cui si verificano numerosi incidenti) spiaggia senza i bidoni per la raccolta rifiuti, strade con erba alta oltre a parcheggi selvaggi (quasi in mare) nei weekend. Non si riesce ad avere nessun tipo di risposta né dal sindaco né dalla polizia municipale”. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Marine in degrado e sporche: "Situazione non più tollerabile"

BrindisiReport è in caricamento