Martedì, 19 Ottobre 2021
Cronaca Torchiarolo

Xylella, sindaco di Torchiarolo annuncia esposto. Intanto i cittadini si organizzano

Il sindaco del Comune di Torchiarolo, Nicola Serinelli, per quanto riguarda la questione Xylella chiede collaborazione ai cittadini destinatari dei provvedimenti che impongono l’eradicazione degli alberi infetti ma al tempo stesso annuncia azioni legali per individuare i responsabili di quella che ormai è diventata un’emergenza quasi ingestibile

TORCHIAROLO – Il sindaco del Comune di Torchiarolo, Nicola Serinelli, per quanto riguarda la questione Xylella chiede collaborazione ai cittadini destinatari dei provvedimenti che impongono l’eradicazione degli alberi infetti ma al tempo stesso annuncia azioni legali per individuare i responsabili di quella che ormai è diventata un’emergenza quasi ingestibile.

Nella mattinata di oggi, mercoledì 14 ottobre, il primo cittadino ha incontrato il procuratore della Repubblica di Brindisi, Marco Dinapoli per esporre alcune perplessità sulle modalità di gestione dell'emergenza Xylella, rappresentando l'intenzione di formulare una denuncia a carico di ignoti, dopo aver fatto eseguire una consulenza sulle modalità di propagazione del batterio che ha raggiunto Torchiarolo dove, secondo il piano del commissario straordinario Giuseppe Silletti, dovranno ora essere abbattuti gli alberi infetti e nel raggio di 100 metri dagli stessi. Alla magistratura Serinelli nicola serinelli-2intende chiedere di accertare se vi siano state o meno condotte omissive da parte di enti, istituzioni, cittadini, tali da consentire la diffusione dell'epidemia fino al Brindisino e quindi al comune di cui è primo cittadino.

“Se da Gallipoli, nel giro di qualche anno, l’epidemia ha raggiunto il Brindisino, vuol dire, secondo me, che qualcosa non è andato per il verso giusto che potrebbero esserci omissioni da parte di qualcuno, che siano cittadini, amministratori o enti. Dal mio punto di vista si potrebbe trattare di un reato commissivo mediante omissione. Presenterò un esposto a carico di ignoti chiedendo che sia fatta chiarezza. Si tratta anche di una forma di tutela per la stessa comunità, qualcuno potrebbe chiedere un giorno risarcimenti per danni a chi non ha evitato che si creasse una barriera. Al tempo stesso però agli agricoltori chiedo collaborazione, chiedo di abbattere gli alberi infetti, almeno quelli, l’Unione europea, che manderà una delegazione in visita a novembre prossimo, deve vedere che qualcosa si sta facendo. Poi si cercherà la strada giusta per evitare l’abbattimento degli alberi sani presenti nei cento metri da quelli infetti, intanto chiedo di cominciare a raccogliere i frutti. Spero comunque che il presidente della Regione Puglia riveda la sua posizione riguardo alle dichiarazioni dei giorni scorsi”.

proteste torchiarolo xylella-2Nel pomeriggio di oggi i sindaci del Nord Salento hanno incontrato il commissario straordinario per l’emergenza Xylella Giuseppe Silletti a cui hanno esternato le proprie perplessità, rappresentato la situazione e avanzato alcune richieste, tra queste l'aumento degli indennizzi per gli agricoltori le cui piante sono state colpite e devono essere abbattute. A quanto dichiarato è già stato previsto un incremento di 15 euro sui circa 146 euro a ulivo previsti per i proprietari.

Il commissario ha ascoltato i sindaci ma al tempo stesso ha ribadito che “Il piano deve andare avanti, così come previsto dagli indirizzi normativi. Se non si eradica anche altrove sarà il deserto come a Gallipoli". Proseguono, intanto, gli abbattimenti di ulivi nei terreni degli agricoltori che hanno deciso di adeguarsi al piano Silletti bis e che non hanno formulato ricorso al Tar Lazio che ieri ha sospeso gli interventi per fronteggiare l'emergenza Xylella nei terreni di 21 olivicoltori di Torchiarolo.

I manifestanti di Torchiarolo, che ieri hanno occupato la superstrada in segno di protesta, non sono soli. Tra ieri e oggi stazione san pietro ulivi-2nei vicini San Pietro Vernotico e Cellino San Marco, anch’essi interessati dagli abbattimenti di alberi infetti, sono nati due comitati spontanei, composti prevalentemente da giovani, con lo scopo di informare tutti i cittadini sull’emergenza Xylella e organizzare incontri e manifestazioni di sensibilizzazione e protesta. Ma anche offrire assistenza legale a chi dovesse ricevere notifiche di abbattimento. Con ogni probabilità tra sabato e domenica verranno messe in atto una serie di iniziative, assemblee pubbliche e cortei. Intanto domani alle 15 a Torchiarolo si svolgerà una maifestazione che muoverà dalla sede del Municipio e attraverserà tutto il paese. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Xylella, sindaco di Torchiarolo annuncia esposto. Intanto i cittadini si organizzano

BrindisiReport è in caricamento