menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"La pistola non è mia": torna libero un uomo arresto per detenzione di armi

Il 69enne Emanuele Melechì ha dichiarando di non maneggiare armi dal lontano 1972 e che il garage dove è stata trovata l'arma non è suo, lo utilizza solo per il ricovero di attrezzi

TORRE SANTA SUSANNA - Rimesso in libertà il 69enne di Torre Santa Susanna Emanuele Melechì, arrestato nel pomeriggio di lunedì 8 febbraio scorso per detenzione abusiva di armi e munizioni. In un garage che utilizza, i carabinieri hanno trovato una pistola calibro 38 special con relativo munizionamento intestata a un uomo deceduto nel 1995. Era nascosta nei mattoni forati in un cellophane. 

Melechì, affiancato dal suo legale di fiducia, l’avvocato Lucia Serena Missere, nell’ambito dell’interrogatorio di convalida dell’arresto, si è professato innocente, dichiarando di non maneggiare armi dal lontano 1972, quando svolgeva il servizio militare e che il revolver trovato dai carabinieri è stato occultato in quel garage da ignoti. Il magazzino, intestato a terze persone, lo utilizza solo per il ricovero di attrezzi. 

L’arresto è stato convalidato ma non si è resa necessaria l’applicazione della misura cautelare dei domiciliari, anche per motivi legati all’età e ai precedenti penali “non gravi” (ha alle spalle una tentata truffa commessa nel 1993). 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Vita da vegana: "Non sono estremista, rispetto i più deboli e l'ambiente"

Attualità

Consorzio Asi: l'avvocato Vittorio Rina è il nuovo presidente

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento