Cronaca

Controlli a Torre Guaceto: sequestro di attrezzature e multa di mille euro

I militari della guardia costiera hanno sanzionato un pescatore sportivo scoperto con armi superiori a quelle consentite e un palangaro di ignota provenienza

TORRE GUACETO (CAROVIGNO) - La Capitaneria di porto di Brindisi ha intensificato le attività di controlli in mare al fine di prevenire il fenomeno della navigazione e della sosta con mezzi nautici all’interno delle acque dell’Area Marina Protetta di Torre Guaceto. In particolare, nei giorni scorsi a seguito di segnalazione pervenuta dal consorzio di gestione dell’Amp, la dipendente motovedetta Cp 578 è intervenuta tra la Riserva Marina e località Specchiolla del Comune di Carovigno, individuando e controllando un pescatore sportivo intento ad utilizzare due palangari con numero di ami superiore a quello consentito per legge. 

L'uomo è stato sanzionato con una multa di mille euro e gli è stato sequestrata l'attrezzatura da pesca utilizzata. Inoltre, la stessa unità navale durante l’attività di polizia marittima ha effettuato un sequestro
penale a carico di ignoti, di un palangaro da pesca posizionato in un’area di mare estesa tra il limite nord fino all’interno della zona “C” dell’Area Marina Protetta di Torre Guaceto. L’azione ha messo in risalto la proficua sinergia da sempre posta in campo tra ente gestore e capitaneria di porto nell’ambito della tutela di un bene così prezioso ed esclusivo per l’intero territorio, per la cittadinanza e per i turisti.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Controlli a Torre Guaceto: sequestro di attrezzature e multa di mille euro

BrindisiReport è in caricamento