rotate-mobile
Giovedì, 13 Giugno 2024
Cronaca Torre Santa Susanna

Torre Santa Susanna, il Consiglio di Stato congela il sindaco

Punto interrogativo sul ritorno al Comune dell'ex senatore Michele Saccomanno: oggi i giudici si sono pronunciati con decreto di segno opposto rispetto all'istanza cautelare del Tar risalente a giovedì scorso

BRINDISI – Punto interrogativo sulle sorti del Comune di Torre Santa Susanna, dove il ritorno del sindaco, l’ex senatore Michele Saccomanno, è congelato in conseguenza della pronuncia del Consiglio di Stato: i giudici d’appello si sono espressi con decreto di segno opposto rispetto ai magistrati del Tar che di fatto, solo giovedì scorso, avevano riconsegnato la fascia Tricolore al vincitore delle elezioni sostenuto da Fratelli d’Italia.

Michele SaccomannoNella giornata odierna, il Consiglio di Stato si è espresso inaudita altera parte, senza cioè l’instaurazione del contradditorio fra le parti in causa, rinviando la decisione nel merito al prossimo 8 giugno. L’11 maggio scorso, i giudici della sezione di Lecce del Tribunale amministrativo regionale, hanno accolto l’istanza di sospensiva presentata dagli avvocati Raffaele Missere e Alessandro Orlandini per conto dei consiglieri comunali dimissionari, in attesa del merito da discutere il prossimo 5 luglio.

Il caso politico scoppiò il 22 febbraio scorso. In seguito alle dimissioni il prefetto il 3 marzo ha proposto lo scioglimento del Consiglio comunale, diventato effettivo con decreto del Presidente della Repubblica del 16 marzo.

I giudici amministrativi di Lecce hanno stabilito che, non essendo state contestuali le dimissioni dei nove consiglieri, otto di esse vanno qualificate come una mera “manifestazione di volontà, rivolta a determinare l’uscita del dichiarante dall’organo assembleare del Comune”. Per questo motivo, non vi sono le condizioni “per lo scioglimento del consiglio comunale”. Di conseguenza, Saccomanno ha fatto ritorno al Comune. Ma oggi è arrivato il dietrofront del Consiglio di Stato e non è chiaro chi guiderà l’Amministrazione in attesa delle udienze di merito.

In serata le prime reazioni politiche: "Tutto il gruppo dirigente di Alternativa Popolare Puglia, il sottosegretario Massimo Cassano, il gruppo consiliare regionale, la segreteria provinciale di Brindisi ed il gruppo consiliare di Torre Santa Susanna, manifestano la propria soddisfazione  per  l’esito del ricorso in appello presentato presso il Consiglio di Stato", si legge nella nosta stampa. "Sono fiduciosi per il risultato dell’approfondita discussione collegiale in Camera di Consiglio che averrà in data 8 giugno".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Torre Santa Susanna, il Consiglio di Stato congela il sindaco

BrindisiReport è in caricamento