Sabato, 18 Settembre 2021
Cronaca Torre Santa Susanna

Tentata truffa, un 65enne finisce agli arresti domiciliari

A Cellino San Marco, invece, nei guai un 57enne per reati contro la persona commessi a Rovigo nel 2006: in carcere

I carabinieri della stazione di Torre Santa Susanna, hanno eseguito l'ordine di carcerazione per l'espiazione di pena in regime di detenzione domiciliare, emessa dall'ufficio esecuzioni penali della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Brindisi, nei confronti di Giovanni Incalza, 65enne del luogo, poiché deve espiare il residuo di una pena, pari a un anno, un mese e dieci giorni di reclusione, per tentata truffa commessa nel 2008 a Torre Santa Susanna. L'arrestato, al termine delle formalità di rito, è stato accompagnato presso la propria abitazione in regime di detenzione domiciliare.

A Cellino San Marco, invece, i carabinieri della locale stazione, hanno eseguito un altro ordine di esecuzione per l'espiazione di pena detentiva in carcere, emessa dall'ufficio esecuzione penale della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Rovigo in relazione all'ordinanza emessa dal Tribunale di Sorveglianza di Venezia, nei confronti di Giovanni Blasi, 57enne del luogo, poiché deve espiare il residuo di una pena pari a due anni e sei mesi di reclusione, per reati contro la persona commessi nel 2006 a Rovigo. L'arrestato, al termine delle formalità di rito, è stato condotto presso la casa circondariale di Brindisi a disposizione dell'autorità giudiziaria.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tentata truffa, un 65enne finisce agli arresti domiciliari

BrindisiReport è in caricamento