rotate-mobile
Cronaca San Pietro Vernotico

Tra buche-trappola e rifiuti abbandonati

SAN PIETRO VERNOTICO – Le strade sanpietrane sempre più simili a percorsi di guerra, insidie per i pedoni e trappole per gli automobolisti. Trascurate in fatto di pulizia.

SAN PIETRO VERNOTICO ? Le strade sanpietrane sempre più simili a percorsi di guerra, insidie per i pedoni e trappole per gli automobolisti. Trascurate in fatto di pulizia. Ieri mattina una serie di buche in via Torchiarolo ha fatto perdere il controllo del mezzo a un'automobilista che guidava una city car. L'auto dopo l'impatto con l'ennesima fossa si è rotta fermandosi a centro strada. Fortunatamente, la donna, è riuscita a evitare che il veicolo impattasse contro una delle vetture parcheggiate lungo il marciapiede.

?E' stato un incubo, non riuscivo a gestirla?, ha commentato l'automobilista. Sul posto si è recata una pattuglia degli agenti della polizia locale e lo stesso assessore all'Urbanistica Marcello Bracciale che ha constatato di persona la situazione della strada. L'automobilista ha anche chiesto l'intervento del suo legale di fiducia, l'avvocato Roberto Orsini. Non vi sarebbero dubbi che a far perdere il controllo del mezzo alla donna (che viaggiava con una minore) sia stata la strada dissestata e piena di fosse, causata sia da alcuni lavori di realizzazione di impianti di acqua e fogna ma anche dalla mancata manutenzione della strada nel corso degli anni.

Lo hanno constatato anche i vigili urbani. Molte strade sanpietrane non vengono rimesse a nuovo regolarmente e ai buchi e ai dissesti che si creano a causa dell'usura dell'asfalto si aggiungono quelli che nascono dagli scavi eseguiti dalle varie ditte che effettuano lavori di realizzazione di impianti di ogni genere e non riparanoa regola d'arte la strada a opera ultimata. Il risultato è che quasi tutte le vie sanpietrane sono piene di rattoppi e buche. L'assessore all'urbanistica Marcello Bracciale assicura che a breve verrà approvato il nuovo regolamento comunale che prevede regole ben precise sui lavori riguardanti le pubbliche vie.

"Chi rompe le strade le deve riparare a regola d'arte. Senza dislivelli, altrimenti saranno emesse multe nei confronti dei responsabili". In attesa delle nuove disposizioni, però, la situazione è drammatica. In via Pier Giovanni Rizzo, la strada che conduce alle scuole, in ospedale, alla sede del giudice di pace e alla caserma dei carabinieri, pochi mesi fa sono stati effettuati degli scavi ma l'asfalto è stato restituito alla cittadinanza pieno di rattoppi e dislivelli. "Percorrerre quella strada in bici è una vera fatica, ti viene il mal di schiena", commentava ieri uno dei testimoni dell'incidente in via Torchiarolo.

Sempre ieri, poi, si è presentato il problema della pulizia delle strade. Nelle vie dove si svolge il mercato rionale del lunedì i mercanti hanno trovato cumuli di spazzatura, prima ancora di esporre la merce e accogliere i clienti. Uno degli ambulanti ha ironicamente piazzato un cartello sulla mini discarica che ricorda la situazione di Napoli, ma il quadro che si è presentato ai clienti del mercatino non è stato dei più felici, tra frutta, verdura e alimenti regnava un ammasso di rifiuti che emanava cattivi odori. Nel pomeriggio le buste erano state rimosse ma la strada in compenso era sporca di resti di frutta, verdura e cartacce.

 

 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tra buche-trappola e rifiuti abbandonati

BrindisiReport è in caricamento