menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Discarica abusiva colma di pneumatici

Discarica abusiva colma di pneumatici

Tra gli ulivi, spunta la discarica abusiva

CAROVIGNO - Un terreno incolto, circondato da uliveti, colmo di materiale di risulta e pneumatici in disuso: rifiuti smaltiti ed abbandonati in aperta campagna, su un terreno agricolo adibito abusivamente a discarica ed utilizzato, fuori da ogni criterio di legge e con notevole danno all’ambiente, come impianto di stoccaggio. La scoperta è avvenuta a due passi dal centro urbano di Carovigno.

CAROVIGNO - Un terreno incolto, circondato da uliveti, colmo di materiale di risulta e pneumatici in disuso: rifiuti smaltiti ed abbandonati in aperta campagna, su un terreno agricolo adibito abusivamente a discarica ed utilizzato, fuori da ogni criterio di legge e con notevole danno all'ambiente, come impianto di stoccaggio. La scoperta è avvenuta a due passi dal centro urbano di Carovigno.

Formalizzata una denuncia contro ignoti. Anche a carico del proprietario del terreno, sono comunque in corso accertamenti per verificare eventuali sue responsabilità in merito al procurato inquinamento ambientale.

A scoprire il sito (un'area di circa 7.000 metri quadrati) sono stati i militari della Compagnia della Guardia di finanza di Ostuni, diretti dal capitano Massimo Otranto. Sulla scorta di specifici controlli (predisposti nell'ambito dell'attività di controllo concordata con la Regione ed il Comando regionale delle Fiamme gialle) ed a margine di approfondite indagini, i finanziari hanno così eseguito e portato a termine nei giorni scorsi l'ennesima operazione di servizio in materia di tutela ambientale.

Giunti sul posto i baschi verdi hanno proceduto al sequestro del terreno. Un'area all'interno della quale l'illecita attività di scarico pare fosse ben avviata, a giudicare dal gran mucchio di materiale rinvenuto, a partire da centinaia di pneumatici oltre a materiale da risulta edile. Il tutto è stato posto sotto sequestro.

Indagini sono tuttora in corso per fare luce sulla provenienza dei rifiuti scaricati abusivamente.

Notevole è l'impegno che da mesi le Fiamme gialle profondono a tutela dell'ambiente, con specifico riferimento alla lotta allo smaltimento illegale dei rifiuti solidi urbani, speciali e tossici.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Consorzio Asi: l'avvocato Vittorio Rina è il nuovo presidente

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento