Martedì, 19 Ottobre 2021
Cronaca Mesagne

La nuotatrice Monica Priore tra i 40 eroi civili insigniti da Mattarella

C'è anche la nuotatrice Monica Priore di Mesagne tra i destinatari delle 40 onorificenze al Merito della Repubblica Italiana che il capo dello Stato, Sergio Mattarella ha conferito, motu proprio, a donne e uomini che si sono distinti per atti di impegno civile

C'è anche la nuotatrice Monica Priore di Mesagne tra i destinatari delle 40 onorificenze al Merito della Repubblica Italiana che il capo dello Stato, Sergio Mattarella ha conferito, motu proprio, a donne e uomini che si sono distinti per atti di eroismo, per l'impegno nella solidarietà, integrazione, nel soccorso, per l'attività in favore dell'inclusione sociale, nella promozione della cultura, della legalità e per contrasto alla violenza. Mattarella ha individuato casi significativi di impegno civile, di dedizione al bene comune e di testimonianza dei valori repubblicani. Lo annuncia un comunicato del Quirinale. Monica Priore, 40 anni , è stata nominata Cavaliere dell'Ordine al Merito della Repubblica Italiana con la seguente motivazione: 'Per la testimonianza dell'importante contributo dello sport nel superamento dei limiti derivanti dalla malattia'.

"Emozionata è dir poco - ha scritto Monica Priore su Facebook -. Quando ieri sono stata chiamata dalla segreteria del presidente Mattarella che mi ha comunicato che ero stata nominata Cavaliere dell'Ordine al merito della Repubblica Italiana, per fortuna ero seduta perchè ho quasi avuto un mancamento. Voglio dedicare questo riconoscimento alla mia famiglia e a tutti i ragazzi diabetici sparsi per l'Italia, e alle loro famiglie e ai loro medici. E' un riconoscimento che va a tutti. Grazie di cuore!". 

monica priore-5

A Monica Priore viene diagnosticato il diabete mellito di tipo 1 all'età di 5 anni.  "Scoprire lo sport è stata una rinascita”, racconta Monica sul sito web "Volando sulle onde della vita". "Pian piano è cresciuta in me la voglia di reagire alla malattia, che in precedenza mi faceva sentire inferiore ai compagni di squadra. Credevo di non potercela fare, avevo un problema che loro non avevano, spesso stavo male e mi sentivo debole, però mi piaceva nuotare. Lo sport è stato ciò che mi ha aiutato a superare il senso di inferiorità e di diversità”. Il passo più difficile è stato ottenre un certificato medico per l'attività agonistica: “Sono entrata a far parte di una squadra master della provincia di Brindisi ed ho gareggiato con atlete con la mia stessa passione per lo sport, ma non con il mio ‘problema’. Questa è stata la mia più grande vittoria. Ho partecipato a diversi campionati regionali e nazionali. Ho vinto diverse medaglie e la cosa mi ha reso felice”. 

Monica Priore, Volando sulle onde della vita-2

Monica compie poi alcune imprese come le traversate dello Stretto di Messina e del Golfo di Napoli, sempre per dimostrare quanto la volontà e lo sport siano importanti per non cedere alla malattia. Diventa famosa, un simbolo. Si arriva così al progetto “Volando sulle Onde della Vita“, è nato dall’idea "di promuovere l’importanza della pratica regolare di attività fisica per i benefici che arreca al nostro corpo per questo è stato un progetto diretto a contrastare le forme di ignoranza legate al diabete di tipo 1", scrive la nuotatrice di Mesagne. Il progetto è stato realizzato durante l’estate 2015 a bordo di un camper gentilmente offerto dalla Laika che ha attraversato tutte le regioni Italiane in cui Monica ha intrapreso una traversata più o meno simbolica in mare o lago di circa 3 chilometri.

Monica Priore 2-2-2

Il Tour si è chiuso il 21 agosto 2015 a Sorrento per un totale di 7650 km percorsi in camper, 55 giorni di viaggio, 20 regioni raggiunte, 22 città coinvolte, 3 mari attraversati a nuoto (Jonio, Adriatico e Tirreno), 3 laghi  (Garda, Mergozzo e Trasimeno), 2 fiumi (Noce e Dora, grazie alle discipline sportive dell’Hydrospeed e del Rafting), 60 km di nuoto, e 1150 minuti passati in acqua.

mattarella onorificenze-2

L'ELENCO DELLE PERSONE INSIGNITE

Ecco l'elenco degli altri nuovi insigniti dal Capo dello Stato: Emma Alatri, 90 anni (Roma), Commendatore dell'Ordine al Merito della Repubblica Italiana: 'Per aver trasmesso, con la sua testimonianza e i suoi insegnamenti, i valori della liberta' e della democrazia e il disvalore dell'odio'. Michele Albanese, 56 anni (Catanzaro), Cavaliere dell'Ordine al Merito della Repubblica Italiana: 'Per aver affermato il valore della legalita' e della libera informazione in un contesto con forte presenza criminale'. Giuseppe Antoci, 48 anni (Santo Stefano di Camastra), Ufficiale dell'Ordine al Merito della Repubblica Italiana: 'Per la sua coraggiosa determinazione nella difesa della legalita' e nel contrasto ai fenomeni mafiosi'. Dal 2013 e' Presidente del Parco dei Nebrodi, la piu' grande area protetta dell'isola che sposa 24 Comuni fra Enna, Messina e Catania.

Marzio Babille, 63 anni (Trieste), Ufficiale dell'Ordine al Merito della Repubblica Italiana: 'Per la professionalita' e l'umanita' con cui, in aree interessate da conflitti, ha prestato il proprio servizio in difesa dei diritti delle popolazioni in fuga dalle zone di conflitto'. Marco Bartoletti, 54 anni (Firenze), Ufficiale dell'Ordine al Merito della Repubblica Italiana: 'Per il suo contributo a favore di una politica di piena integrazione delle persone con disabilita' e dei malati di cancro nel mondo del lavoro'. Milena Bethaz, 44 anni (Aosta), Cavaliere dell'Ordine al Merito della Repubblica Italiana: 'Per l'encomiabile esempio di forza di volonta' con cui ha combattuto la malattia successiva ad un grave incidente riconquistando la sua quotidianita''. Bonizella Biagini, 60 anni, Ufficiale dell'Ordine al Merito della Repubblica Italiana: 'Per il suo impegno in ambito internazionale in materia di difesa.

Claudia Carbonin, 41 anni e Luca Veronese, 48 anni (Venezia), Cavalieri dell'Ordine al Merito della Repubblica Italiana: 'Per l'esempio di accoglienza e disponibilita' costantemente offerti in materia di tutela dell'infanzia'. Luciana Cardinali, 61 anni e Franco Chianelli, 69 anni (Perugia), Commendatori dell'Ordine al Merito della Repubblica Italiana: 'Per la preziosa attivita' di sostegno ai giovani malati e alle loro famiglie'. Natale Ceccarelli, Colonnello medico dell'Aeronautica Militare, 60 anni (Napoli), Ufficiale dell'Ordine al Merito della Repubblica Italiana: 'Per il suo prezioso servizio nell'attivita' di trasporto dei malati con assetto di bio-contenimento, eccellenza della aeronautica militare'.

Leonardo Cenci, 44 anni (Perugia), Cavaliere dell'Ordine al Merito della Repubblica Italiana: 'Per la determinazione e la forza d'animo con cui affronta la sua gravissima malattia offrendo agli altri malati un esempio di reagire e di difesa della vita'. Sofia Corradi, 82 anni (Roma), Commendatore dell'Ordine al Merito della Repubblica Italiana: 'Per il fondamentale contributo offerto alla formazione di una comune coscienza europea attraverso l'ideazione del progetto Erasmus'. Stefano D'Amico, 41 anni (Milano), Cavaliere dell'Ordine al Merito della Repubblica Italiana: 'Per il coraggio e l'altruismo con cui, senza esitazione, si e' tuffato in acqua per salvare una donna e la sua bambina'.

Mario De Bellis, Carabiniere scelto, 35 anni (Firenze), Cavaliere dell'Ordine al Merito della Repubblica Italiana: 'Per lo spirito di servizio e il coraggio con cui si e' prodigato nel salvataggio di due bambini caduti in un pozzo a Bagno di Ripoli'. Francesco Maria De Ponte, 27 anni (Roma), Cavaliere dell'Ordine al Merito della Repubblica Italiana: 'Per l'eccezionale prova di impegno e determinazione che gli ha permesso di portare avanti e concludere con successo il suo percorso universitario, superando le difficolta' derivanti dalla sindrome di autismo di cui e' affetto'. Amalia De Simone, 43 anni (Napoli), Cavaliere dell'Ordine al Merito della Repubblica Italiana: 'Per il suo coraggioso impegno di denuncia di attivita' criminali attraverso complesse indagini giornalistiche'.

Angelo Di Giannantonio, 66 anni e Maria Grazia Vigano', 59 anni (Roma), Ufficiali dell'Ordine al Merito della Repubblica Italiana: 'Per la dedizione e il quotidiano impegno nei confronti dei minori in difficolta''. Suor Veronica Donatello, 42 anni (Roma), Cavaliere dell'Ordine al Merito della Repubblica Italiana: 'Per il suo contributo nella piena inclusione delle persone con disabilita''. Rosario Esposito La Rossa, 28 anni (Napoli), Cavaliere dell'Ordine al Merito della Repubblica Italiana: 'Per il suo impegno e la sua creativita' in favore della legalita' e del contrasto al degrado sociale'. Fabio Ferro, 72 anni (Roma), Commendatore dell'Ordine al Merito della Repubblica Italiana: 'Per la generosita' con cui, in numerose missioni umanitarie, ha offerto il suo servizio volontario di medico chirurgo per la cura dei malati'. 

Alessandro Frigiola, 74 anni (Milano), Commendatore dell'Ordine al Merito della Repubblica Italiana: 'Per la sua preziosa opera di soccorso medico-chirurgico e di formazione del personale in numerosi Paesi del mondo'. Giuseppe La Rosa, SottoCapo di III classe della Marina Militare Italiana., 28 anni (Ragusa), Cavaliere dell'Ordine al Merito della Repubblica Italiana: 'Per il suo prezioso e generoso servizio in soccorso di tanti migranti in mare'. Francesco Morelli, 18 anni (Roma), Cavaliere dell'Ordine al Merito della Repubblica Italiana: 'Per il coraggio e l'altruismo con cui a Pescara del Tronto, nella notte del 24 agosto, si e' prodigato nei soccorsi contribuendo a mettere in salvo molte vite. Premiando il piu' giovane tra i soccorritori si intende estendere simbolicamente il riconoscimento a tutti coloro che, in occasione del terremoto del Centro Italia, hanno offerto il loro prezioso aiuto'.

Enzo Mauro Muscia, 48 anni (Varese), Cavaliere dell'Ordine al Merito della Repubblica Italiana: 'Per lo spirito di iniziativa, il coraggio e la generosita' con cui ha dato vita all'azienda A-Novo riassumendo i colleghi licenziati dalla precedente gestione. Marco Ottocento, 53 anni (Verona), Ufficiale dell'Ordine al Merito della Repubblica Italiana: 'Per il contributo che offre nella sperimentazione di percorsi di autonomia sociale e lavorativa per le persone con disabilita''. Tullia Passerini, 46 anni (Roma), Cavaliere dell'Ordine al Merito della Repubblica Italiana: 'Per la sua esemplare attivita' di sostegno alle donne detenute e ai loro figli'. Fratel Marco Rizzonato, 55 anni (Milano), Ufficiale dell'Ordine al Merito della Repubblica Italiana: 'Per lo spirito di solidarieta' e umanita' mostrato nelle sue molteplici e innovative iniziative a favore di detenuti, poveri e disabili'.

Jean Pierre Yvan Sagnet, 31 anni (Bari), Cavaliere dell'Ordine al Merito della Repubblica Italiana: 'Per il suo contributo all'emersione e al contrasto dello sfruttamento dei braccianti agricoli'. Fratel Vasco Santi, 89 anni (Napoli), Commendatore dell'Ordine al Merito della Repubblica Italiana: 'Per il suo straordinario contributo nella promozione e organizzazione delle campagne di donazione del sangue'. Marco Sciammarella, 46 anni (Milano), Ufficiale dell'Ordine al Merito della Repubblica Italiana: 'Per aver offerto, attraverso la musica, una occasione di espressione e di partecipazione accessibile anche alle persone con disabilita' che compongono per due terzi la sua Orchestra'.Vincenzo Tancredi, Sovrintendente della Polizia di Stato, 53 anni (Torino), Ufficiale dell'Ordine al Merito della Repubblica Italiana: 'Per il suo quotidiano impegno nella difesa dei cittadini piu' vulnerabili, in particolare degli anziani'.

Fiorella Tosoni, 59 anni e Nicola Tudisco, 63 anni (Roma), Ufficiali dell'Ordine al Merito della Repubblica Italiana: 'Per l'opera di assistenza offerta ai bambini affetti da gravi patologie e ai loro familiari'. Ottavio Daniello Trerotoli, aero-soccorritore dei Vigili del Fuoco, 46 anni (Bari), Cavaliere dell'Ordine al Merito della Repubblica Italiana: 'Per la professionalita' e l'umanita' con cu, in occasione della strage ferroviaria di Andria, ha operato il salvataggio di Samuele, il bambino rimasto imprigionato nel vagone'. Norina Ventre detta Mamma Africa, 89 anni (Rosarno), Commendatore dell'Ordine al Merito della Repubblica Italiana: 'Per l'impegno profuso, nel corso della sua vita, in straordinarie opere per l'integrazione delle persone socialmente disagiate'. Maria Rosa Volpe, Ispettore capo della Polizia di Stato, 56 anni (Agrigento), Ufficiale dell'Ordine al Merito della Repubblica Italiana: 'Per la sensibilita' e la professionalita' con cui, in piena emergenza, accoglie e assiste i minori non accompagnati giunti nel nostro Paese.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La nuotatrice Monica Priore tra i 40 eroi civili insigniti da Mattarella

BrindisiReport è in caricamento