Cronaca

Traffico aereo in aumento anche nel mese di maggio per aeroporti pugliesi

Nostante la cancellazione di numerosi collegamenti da/per Roma (a seguito dell'incendio al Terminal 3 di Fiumicino) abbia inciso sul traffico del mese di maggio, gli aeroporti di Brindisi e Bari archiviano un altro mese all'insegna della crescita del numero di passeggeri in arrivo e partenza

BRINDISI – Nostante la cancellazione di numerosi collegamenti da/per Roma (a seguito dell’incendio al Terminal 3 di Fiumicino) abbia inciso sul traffico del mese di maggio, gli aeroporti di Brindisi e Bari archiviano un altro mese all’insegna della crescita del numero di passeggeri in arrivo e partenza. Sono state infatti  84 (34 per Brindisi e 50 per Bari ) le cancellazioni operate da Alitalia e Ryanair sui voli da/per la capitale, con una conseguente contrazione stimata in circa 12mila passeggeri, pari a circa il 3 per cento del traffico di linea nazionale del solo mese di maggio.

Nonostante ciò, anche per lo scorso mese, il totale dei passeggeri (arrivi + partenze) sugli aeroporti di Brindisi e Bari è passato dai 531.600 di maggio 2014 ai 565.153 dello stesso mese di quest’anno, con un incremento pari al 6,3 per cento. Merito soprattutto della linea internazionale – vero elemento trainante del traffico - che si attesta a un più 22,4 per cento (131.070 i passeggeri 2014 contro i 160.424 del 2015); ciò ha limitato le ripercussioni provocate dall’andamento della linea nazionale che tuttavia, al netto delle cancellazioni già ricordate, registra un incremento dell’1,5 per cento su Brindisi 3 per cento su Bari.

L’andamento del mese di maggio ha quindi in parte rallentato, ma non arrestato, la crescita del traffico passeggeri sugli aeroporti di Bari e Brindisi nei primi cinque mesi del 2015.  Il dato complessivo riferito ai due aeroporti è di 2.289.209 passeggeri, l’8,7 per cento in più rispetto ai 2.105.570 passeggeri dello stesso periodo 2014. Ottimo il dato riferito alla linea internazionale (più 23 per cento); in crescita del 5,2 per cento anche i passeggeri di linea nazionale passati da 1.621.292 del 2014 ai 1.705.379 del 2015, mentre il dato aggregato del traffico di linea si attesta al più 9 per cento.

Per quel che riguarda i dati dei singoli aeroporti, l’aeroporto del Salento di Brindisi nella prima parte dell’anno registra una crescita del 5,5 per cento del traffico passeggeri, passati dai 774.317 del 2014 ai 816.920 del 2015. Di questi, 127.928 sono stati i passeggeri di linea internazionale (più 22,9 per cento) e 676.910 (più 4,3 per cento) quelli di linea nazionale. In crescita del 3,5 per cento i movimenti, passati da 6.430 (2014) a 6.657 (2015).

Dati positivi anche per l’aeroporto Karol Wojtyla di Bari che registra il miglior risultato in termini di crescita del traffico. Nei primi cinque mesi di quest’anno il totale (tra arrivi e partenze) è stato di 1.472.289 passeggeri, pari al più 10,6 per cento rispetto allo stesso periodo del 2014 quando il totale era stato di 1.331.253 unità. Più marcato,  più 23,1 per cento, l’incremento del traffico di linea internazionale, passato dai 339.089 passeggeri del 2014 ai 417.268 del 2015, mentre più contenuta, più 5,8 per cento, la crescita del traffico nazionale che si attesta a 1.028.469 passeggeri. In aumento del 7,5 per cento i movimenti, passati da 13.007 (2014) a 13.985 (2015).

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Traffico aereo in aumento anche nel mese di maggio per aeroporti pugliesi

BrindisiReport è in caricamento