rotate-mobile
Cronaca

Traffico di droga nel Canale d'Otranto: pena ridotta in Appello per due scafisti

Riformata la sentenza a carico di Domenico Pascariello e Besmir Hameti. I due vennero arrestati dal Roan nel gennaio 2017

BRINDISI – Pena ridotta in Appello per un brindisino, il 48enne Domenico Pascariello, e un 46enne di nazionalità albanese, Besmir Hameti, che la notte fra il 10 e 11 gennaio 2017 vennero arrestati al largo di Cerano, mentre si trovavano a bordo di un motoscafo che trasportava 2mila chilogrammi di marijuana proveniente dall'Albania. Il tribunale di Brindisi, in primo gradom aveva condannatp entrambi a 5 anni di reclusione.

Stamani (1 giugno), la Corte di Appdello di Lecce, collegio giudicante presieduto da Vincenzo Scardia, ha riformato la sentenza, condannando Pascariello, difeso dall’avvocato Luca Leoci, a 3 anni e 6 mesi di reclusione, e Hameti, difeso dall’avvocato Mauro Durante, a 3 anni e 4 mesi di reclusione. 

I due vennero intercettati dai militari della guardia di finanza del Roan di Bari a circa 11 miglia da Cerano. Lo stupefacente, pari a una tonnellata e 900 chilogrammi di marijuana, confezionata in 84 colli di varie dimensioni, sottratto al mercato illegale, avrebbe fruttato al dettaglio oltre 19 milioni di euro all’organizzazione che gestiva il traffico. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Traffico di droga nel Canale d'Otranto: pena ridotta in Appello per due scafisti

BrindisiReport è in caricamento