rotate-mobile
Giovedì, 20 Gennaio 2022
Cronaca Francavilla Fontana

Tragedia, l'operaio era immerso nell'acqua

FRANCAVILLA FONTANA - Sul luogo della tragedia si sta recando il medico legale, Antonio Carusi, su disposizione del pm di turno, Manuela Pellerino. Il corpo dell’operaio 38enne che stava lavorando negli scavi sarebbe rimasto incastrato in una voragine creatasi dopo che il terreno ha ceduto.

FRANCAVILLA FONTANA - Sul luogo della tragedia si sta recando il medico legale, Antonio Carusi, su disposizione del pm di turno, Manuela Pellerino. Il corpo della vittima, Angelo Reschi, l'operaio 38enne che stava lavorando negli scavi sarebbe rimasto incastrato in una voragine creatasi dopo che il terreno ha ceduto. Il giovane, nato a Galatina e residente ad Aradeo, è stato poi sommerso dall'acqua. Sul posto vigili del fuoco, carabinieri e sanitari del 118. La salma è stata rimossa e si attendono ora disposizioni da parte della procura subito avvertita di quanto accaduto stamani in via Barbaro Forleo, a pochi passi dal Comune di Francavilla Fontana, dove erano in corso lavori sulla conduttura idrica appaltati dall'Acquedotto pugliese a una ditta del Salento. Secondo le prime ricostruzioni il 38enne sarebbe rimasto immerso nell'acqua, nonostante il disperato tentativo dei colleghi di estrarlo tirandolo per le braccia. Difficili le operazioni di soccorso dei vigili del fuoco che hanno subito tentato di svuotare la voragine dall'acqua che ricopriva totalmente il corpo del lavoratore.

Gallery

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tragedia, l'operaio era immerso nell'acqua

BrindisiReport è in caricamento